Portabandiera di Tonga a petto nudo diventa una star
Pita Nikolas Taufatofua grazie ai suoi muscoli è diventato in una sola notte una celebrità

Gisele Bundchen per gli occhi degli uomini, Pita Nikolas Taufatofua per quelli delle donne. La cerimonia di apertura dei Giochi ha avuto fra i tanti anche un protagonista sconosciuto ed inaspettato. Quando l'atleta del taekwondo è entrato nello stadio portando orgoglioso la bandiera dell'isola di Tonga c'è stato un sussulto di ammirazione. Taufatofua è stato inquadrato negli schermi con il suo costume tradizionale a petto nudo e con i muscoli resi brillanti dall'olio. Una sorta di Dio greco in salsa oceanica. Il suo corpo scultoreo in mondovisione ha fatto impazzire i social. Tutti a chiedersi chi fosse. Il 32enne è il primo tongano nella storia a competere ai Giochi nel taekwondo e prima del via della cerimonia aveva annunciato su Instagram una "piccola sorpresa" per la sfilata ovvero quella di indossare il tradizionale sarong, una fascia di tessuto che si porta annodata alla cintura facendolo ricadere fino alle caviglie. Un'immagine che è diventata virale ed ha scatenato tweet di approvazione da tutto il mondo. Per qualcuno il tongano ha aiutato l'isola ad aumentare il suo turismo per altri ha semplicemente "rubato il cuore delle ragazze di tutto il mondo per le prossime due settimane". C'è da scommettere che la sua gara, anche se non a petto nudo, sarà seguitissima.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata