Podista muore a maratona Firenze, cordoglio sindaco. Vittoria kenyana ed etiope

Firenze, 30 nov. (LaPresse) - Epilogo tragico per la Maratona di Firenze, che si è disputata oggi per le vie del capoluogo toscano. Un giovane podista amatoriale di 38 anni, Luigi Ocone, è infatti deceduto a pochi metri dal traguardo. Il sindaco di Firenze Dario Nardella, che ha dato il via alla gara, ha così commentato su Twitter: "Ho appreso da poco della scomparsa di un giovane podista. Giornata di festa macchiata dal dolore. Città vicina alla famiglia".

Anche il Comitato organizzatore di Firenze Marathon e il suo presidente Giancarlo Romiti "sono vicini alla famiglia e ai conoscenti del podista, tesserato per la società Podismo Il Ponte di San Miniato, che ha avuto un tragico malore durante la gara". Nella lunga nota, gli organizzatori spiegano che l'uomo "nato il 15 ottobre 1976 l'atleta si è accasciato all'altezza del km 41, in viale Giovine Italia a circa un chilometro dal traguardo. E' stato subito soccorso dall'ambulanza con servizio medico, che è arrivata sul posto in meno di due minuti, l'atleta è stato anche tra l'altro subito assistito dal medico dell'organizzazione, Stefano Grazzini, che è ance un podista, che lo seguiva in una delle moto ufficiali dell'organizzazione. Si è tentato di rianimare l'atleta, senza esito". I familiari dello sfortunato podista hanno appreso praticamente in tempo reale la notizia, dal momento che lo attendevano all'arrivo e si sono immediatamente spostati, avvertiti da un altro maratoneta che stava correndo nel frattempo arrivava al traguardo, sul luogo della disgrazia, e hanno assistito alle operazioni di soccorso.

Nella gara maschile ha vinto Kipsang Asbel, all'esordio sulla distanza, in 2h09'55". Secondo a 25" il connazionale Omari Levy Matebo, terzo l'altro kenyano Kibor William a 5'25". Il primo italiano è Domenico Ricatti, ottavo con un ritardo di 10'08". Tra le donne ha vinto l'etiope Gebireyes Ehite Bizuayehu in 2h31'28. Secondo posto per la kenyana Momanyi Grace Kwamboka, terza Murigi Lucy Wambui sempre per il kenya.

Prima italiana Lara Giardino in 3h00'05", ottava fra le donne e 318/a assoluta. La gara è partita alle 9.20 dal Lungarno della Zecca Vecchia in una Firenze nuvolosa con leggera pioggia che è caduta nelle prime ore della gara, il colpo di pistola dato dal sindaco Dario Nardella con lui anche l'assessore allo sport del Comune di Firenze Andrea Vannucci.

Allo sparo sono partiti in 9.430 contro i 10.777 che erano invece gli iscritti (quindi solo circa 400 unità in meno dei concorrenti partiti lo scorso anno). A precedere la partenza sono stati i maratonabili con le loro carrozzine di ragazzi disabili spinte dai podisti dell'omonima associazione. In gara anche il ministro dei trasporti Maurizio Lupi, che non aveva comunque in programma di finirla ma di fermarsi a metà percorso.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata