Playoff Nba, ok Oklahoma, Golden State e Indiana. Bella con Memphis, Clippers e Atlanta

Roma, 2 mag. (LaPresse) - Indiana Pacers, Oklahoma City Thunder e Golden State Warriors risorgono dopo essere rimaste con le spalle al muro costringendo alla decisiva gara 7 le rispettive avversarie. E' il verdetto delle tre gare 6 del primo turno dei playoff Nba giocate nella notte. Ad Atlanta i Pacers riescono ad evitare la clamorosa eliminazione dopo due ko interni espugnando 95-88 il campo degli Hawks. Decisivo un parziale nel finale di 16-4 ispirato da David West (24 punti) dopo che a tre minuti dal termine i padroni di casa conducevano per 84-79. In casa Indiana bene anche Paul George (24 punti) autore di alcuni tiri liberi decisivi nel finale di gara. Ai padroni di casa invece non bastano i 29 di Jeff Teague.

A Memphis un grande Kevin Durant, 36 punti, tiene in corsa gli Oklahoma Thunder costringendo i padroni di casa dei Grizzlies alla decisiva gara 7. Finisce 104-84 con gli ospiti sempre in controllo fin dalla prime battute ed avanti di 15 lunghezze all'intervallo. In casa Thunder, che non escono al primo turno dei playoff dal 2010, brilla pure la stella di Russell Westbrook (25 punti) mentre ai padroni di casa non bastano i 17 di Marc Gasol ed i 16 di Zach Randolph.

Problemi al tendine del ginocchio destro per Mike Conley. L'unica vittoria interna è quella dei Golden State Warriors che forzano a gara 7 i Los Angeles Clippers con un'affermazione sul filo di lana 100-99. Decisivo Stephen Curry che segna 14 dei suoi 24 punti totali nell'ultimo quarto, dove si registrano anche un paio di giocate importanti da parte di Andre Iguodala (15 punti). I padroni di casa però perdono per infortunio il veterano Jermaine O'Neal. In casa Clippers bene Crawford con 19 punti e Barnes con 18. Brutta giornata infine per Blake Griffin, 17 punti ma con 8 su 24 al tiro, e Chris Paul (9 punti).

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata