Playoff Nba, Belinelli non basta: Miami espugna Chicago. Ok S. Antonio

Chicago (Illinois, Usa), 11 mag. (LaPresse/AP) - Non bastano i 16 punti di Marco Belinelli ai Chicago Bulls, sconfitti 104-94 dai Miami Heat in gara 3 delle semifinali di Conference ad Est. I campioni del Mondo in carica espugnano lo United Center, si riprendono il vantaggio del campo e ora conducono la serie per 2-1. Gara 4 è in programma sempre a Chicago martedì. Miami trascinata da un grande LeBron James, autore di 25 punti con 8 rimbalzi e 7 assist. Sempre per Miami, 20 punti e 19 rimbalzi di Chris Bosh e 16 per Norris Cole. Belinelli, partito dalla panchina, resta in campo 43 minuti e chiude con 5/13 al tiro, 4/9 da tre con 3 rimbalzi e 6 assist.

Sono cinque i Bulls in doppia cifra, Carlos Boozer firma 21 punti, Joakim Noah 15 con 11 rimbalzi, 17 a testa per Jimmy Butler e Nate Robinson. Chicago ha lottato fino alla fine, ma le assenze di giocatori importanti come Luol Deng, Kirk Hinrich e Derrick Rose alla lunga si sono fatte sentire. A queste bisogna aggiungere l'espulsione nel secondo quarto del centro Nazr Mohammed per uno spintone a LeBron James. Miami ha sempre avuto in controllo la gara, anche se James non è stato brillantissimo nella prima parte finendo per farsi addirittura stoppare un layup dal 'piccolo' Nate Robinson. Il quattro volte Mvp ha tirato con 6/17 dal campo, ma nel quarto periodo è venuto fuori con tutta la sua classe segnando 12 punti decisivi.

I vetarani Tony Parker e Tim Duncan trascinano i San Antonio Spurs alla vittoria 102-92 in casa dei Golden State Warriors in gara 3 delle semifinali di Conference ad Ovest. I texani si riprendono il vantaggio del campo e ora conducono la serie per 2-1, gara 4 è in programma ancora in California domani sera.

Parker segna 25 dei suoi 32 punti finali in un sensazionale primo tempo, mentre un solido Tim Duncan chiude con 23 punti e 10 rimbalzi. Buona la prova per i San Antonio Spurs di Kawhi Leonard con 15 punti e 9 rimbalzi. Parker distribuisce anche 5 assist e cattura altrettanti rimbalzi. L'ottima difesa degli Spurs costringe Golden State a tirare soltanto con il 39.3%, Stephen Curry chiude con 16 punti e un deficitario 5/17 dal campo. Serata difficile anche per Klay Thompson, autore di 17 punti ma con 7/20 al tiro.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata