Pjanic: Pronto a prendermi responsabilità in questa Roma

Riscone di Brunico, 18 lug. (LaPresse) - "Il mio obiettivo non è quello di andarmene. Tutto lo sanno in Società. Sono sempre voluto restare qua. Voglio dare il massimo per iniziare bene il campionato. Non conosco le esigenze economiche della società". Così Miralem Pjanic nel corso di una conferenza stampa dal ritiro della Roma di Riscone di Brunico. "Il rinnovo? Non è una cosa veloce. Se ne parla. La volontà c'è e vediamo cosa succederà in futuro", ha aggiunto il trequartista bosniaco. Sulla possibilità di diventare finalmente un leader della squadra, Pjanic ha detto: "Più gli anni passano, più mi sento importante perché sulle spalle ho diverse stagioni in più. Voglio prendermi le responsabilità in questa squadra e aiutarla ad arrivare in alto. È vero ce l'anno scorso non sono riuscito a tornare al top dopo l'infortunio. Quest'anno sono più motivato che mai. Vista la finale andata male quest'anno voglio dare tanto alla squadra. Spero di riuscire a giocare con continuità, senza infortuni. Farò di tutto anche per far abituare l'allenatore alla nostra piazza".

Pjanic ha poi parlato del nuovo allenatore Rudi Garcia: "Il mister è una persona che parla tanto con i giocatori. Crede in noi dall'inizio e ci ha immediatamente fatto capire il suo lavoro. Non voglio fare paragoni con gli altri allenatori. Posso dire che la squadra è motivata a fare bene. Lo ripeto: dobbiamo prenderci un riscatto dopo la brutta sconfitta. Maicon? Si sta preparando bene, non è al meglio fisicamente ma ci aiuterà senza dubbio con l'esperienza che ha". Sul cambio di gioco imposto da Garcia, il bosniaco ha detto: "L'importante è sapere i movimenti dall'inizio. Il gruppo deve ancora allenarsi al completo e sono sicuro che la squadra avrà continuità. Il mister è duro, sa quello che vuole e i giocatori lo hanno capito bene. Vogliamo fare grandi cose quest'anno. L'anno scorso abbiamo giocato bene con le grandi, ma ora è giunto il momento di fare passi avanti con le piccole".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata