Pirlo: Juve non mi ha mandato via. Inter? Ho contratto NY City

Dubai (Emirati Arabi Uniti), 28 dic. (LaPresse) - "Loro volevano che restassi ancora, non mi hanno mandato via. E' stata una mia decisione, avevo altre scelte in testa e ho deciso per questo. Mi è molto dispiaciuto ma è stata una mia scelta". Lo ha detto il centrocampista del New York City Andrea Pirlo nel corso del workshop in svolgimento a Dubai per la decima edizione del 'Dubai International Sports Conference' tornando sul suo addio alla Juventus. "Si arriva a una certa età in cui bisogna fare delle valutazioni - ha sottolineato il regista bresciano - Era arrivato il momento giusto per cambiare e fare una nuova esperienza dopo quattro fantastici anni e aver vinto quello che c'era da vincere. Ho fatto una scelta di vita per imparare qualcosa di nuovo".

VOCI DI MERCATO. "Le voci di mercato non mi disturbano, ci sono abituato. Tante squadre mi hanno cercato ma ho un contratto con il New York City e voglio rispettarlo". Pirlo ha annunciato l'intenzione di rimanere in Major League nonostante le tante sirene di mercato, tra cui quelle dell'Inter, dell'ultimo periodo. "Mi hanno dato grande fiducia - ha proseguito l'ex giocatore della Juventus da Dubai - L'anno prossimo da gennaio vogliamo iniziare tutti insieme il nuovo campionato con un nuovo allenatore facendo le cose per bene per raggiungere traguardi importanti".

RITIRO LONTANO. "Non è ancora arrivato il momento di smettere, ho ancora tanta voglia di giocare". Il centrocampista del New York City allontana le voci di ritiro. "Voglio concludere il mio contratto in America - ha proseguito il regista bresciano, intervenuto a Dubai in occasione della decima edizione del 'Dubai International Sports Conference' - Il New York City è una società ambiziosa, siamo andati in America (lui e Lampard, presente sul palco, ndr) non per andare in vacanza ma per fare un'esperienza vincente. Il nostro obiettivo è sempre quello di andare in campo per vincere".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata