Pirlo: Juve affamata, voglio un 2012 ricco di soddisfazioni

Dubai (Emirati Arabi Uniti), 31 dic. (LaPresse) - "La 'fame' è cresciuta partita dopo partita, vittoria dopo vittoria. In confronto, quello di quest'estate, era solo un semplice 'appetito'". E' un Andrea Pirlo già carico quello che dal ritiro di Dubai fa il punto dopo il primo giorni di lavoro della Juventus nel ritiro invernale.

Le condizioni per preparare al meglio la seconda parte della stagione ci sono tutte: "Direi che siamo partiti con il piede giusto - continua Pirlo al sito della Juventus - Se è possibile noto ancor maggiore entusiasmo rispetto a quando abbiamo iniziato il ritiro a Bardonecchia e non potrebbe essere altrimenti: c'era la voglia di cominciare una nuova avventura, ma anche tanta curiosità. Non sapevamo dove saremmo potuti arrivare, perché dovevamo ancora diventare squadra. Ora abbiamo maggiore consapevolezza nei nostri mezzi e ci siamo resi conto di avere le qualità per fare bene e per cancellare le ultime due stagioni".

Pirlo ormai è un habitué degli Emirati Arabi. Dopo i ritiri invernali con il Milan, rieccolo a Dubai, questa volta però pronto a sudare per la maglia bianconera. "Venire al caldo durante la pausa di campionato paga. Ho potuto riscontrarlo già con il Milan negli anni passati: i muscoli lavorano meglio a queste temperature e, anche durante gli esercizi tattici si riesce a prestare maggiore attenzione, perché non si è preoccupati di rimanere in continuo movimento per non patire il gelo. Anche loro sono qui a Dubai in questo periodo - aggiunge il regista bianconero - ed è un po' come se la sfida continuasse anche a campionato fermo. Spero che il testa a testa tra noi e loro continui sino alla fine e stiamo lavorando duramente per questo".

In conclusione il classico augurio per il nuovo anno. "Cosa mi auguro per il 2012? Di saziare almeno in parte quella fame di cui parlavo e di regalare ai tifosi le soddisfazioni che meritano. Mi hanno accolto fin dal primo giorno con affetto e stima e voglio ricambiare la cortesia...", conclude Pirlo.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata