Pianigiani: Contro la Francia dobbiamo fare una grande partita

Siaulai (Lituania), 3 set. (LaPresse) - "Oggi dobbiamo pensare a fare ancora un passo avanti, con tutte le difficoltà del caso ovvero in un percorso di grande fatica, con un girone così duro e un avversario di primissimo livello. Per questa squadra significa mostrare di avere la capacità di reggere questi ritmi come atteggiamento, questi tipi di difficoltà e di fisicità, di non scomporsi anche quando si andrà sotto e rimanere attaccati alla partita". Così ct azzurro Simone Pianigiani presenta il prossimo, decisivo impegno degli azzurri agli Europei in Lituania, il match contro la Francia. "Al di là di tutto - spiega - la cosa più importante per noi è mantenere un livello alto di spirito di sacrificio, di attenzione e di intensità, che per la nostra squadra, fino a questi giorni, era completamente sconosciuto e con il quale i ragazzi stanno provando a misurarsi combattendo. Sarebbe il segnale di un passo in avanti anche contro una squadra come la Francia".

"Dobbiamo assolutamente fare un'extra partita - continua Pianigiani - per avere speranza contro i transalpini e questo è un dato di fatto". Sugli avversari, il tecnico spiega: "I francesi sono guidati da un Parker giunto alla sua maturità e in armonia con sé stesso e con la squadra. Si sente bene a far giocare i compagni e si vede. Non riusciremo a limitare tutto il loro potenziale. Dovremo fare un extra sforzo perché abbiano una serata normale e perché il loro attacco non ci ammazzi in contropiede. Non possiamo concedere loro campo aperto, altrimenti rischiamo di essere spazzati via". In conclusione, Pianigiani traccia la strategia da opporre ai transalpini: "Dobbiamo giocare in attacco e mettergli un tarlo riuscendo a segnare con un po' di continuità dall'altra parte del campo. E' quello che finora non abbiamo fatto e che invece ci servirebbe domenica".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata