Petkovic: Non ci abbiamo creduto ma mancavano le energie

Roma, 10 mar. (LaPresse) - "Stasera non abbiamo creduto abbastanza di poter vincere questa partita. Abbiamo avuto anche diverse occasioni, soprattutto negli ultimi 15' del primo tempo e un'occasione verso la fine. Devo ammettere, brava la Fiorentina a essere cinica, questa sera ha combattuto più di noi e, meritatamente, alla fine ha vinto". Lo ha detto il tecnico della Lazio, Vladimir Petkovic, ai microfoni di Sky Sport dopo il ko interno contro la Fiorentina. "Se crediamo ancora nella Champions? Sono rimasti tanti punti come prima, peccato perché potevamo accorciare, ma non siamo gli unici che hanno difficoltà in questa fase, una parte la posso anche spiegare, ma dall'altra dobbiamo anche dare di più e vincere queste partite", ha aggiunto.

"Se l'Europa League toglie energie? Sì, ma questo è chiaro, non voglio prendere delle scuse, allora la giro in un altro modo: sicuramente c'è una parte di questo, ma i giocatori a questo livello, quando si gioca anche in Europa, devono farlo con piacere, ma c'è l'obbligo di dare ancora di più in partite come quelle di stasera, fare di tutto per vincere la partita - ha precisato - Abbiamo subito due gol evitabili, avevamo subito un gol simile al primo anche in trasferta a Firenze e sapevamo di queste triangolazioni. Anche non giocando bene, abbiamo avuto le nostre occasioni. Purtroppo questa mancanza di energia, di crederci fino in fondo, ci ha penalizzato".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata