Petkovic carica Lazio: Piena fiducia in squadra, gruppo è unito

Roma, 27 apr. (LaPresse) - "La nostra malattia più grave? Sicuramente il risultato e la mancanza di punti che non abbiamo ottenuto per stare tranquilli. Ma ho piena fiducia nei miei uomini, ho visto che hanno forte carattere e lo dimostreranno domani". Vladimir Petkovic si dichiara ottimista sul pronto riscatto della sua Lazio, reduce da un girone di ritorno fino a qui decisamente opaco. Il tecnico bosnico, alla vigilia della sfida di Parma, torna sul ko sul campo dell'Udinese: "Nel primo tempo alla squadra non mancava l'autostima, mancavano i gol per sbloccare la situazione. Nel secondo tempo è stata una Lazio che spero di non rivedere più". "Cosa ci manca? Tante cose, le stesse che ricordavo anche quando vincevamo: mancano gli spunti decisivi per sbloccare la situazione", prosegue Petkovic chiarendo poi sulle condizioni di Klose: "E' cosciente che può e deve dare di più. Sono fiducioso - dice il bosniaco - lo conosco e l'ho visto in molte circostanze. Non avrà pressione, avrà la tranquillità per dimostrare i propri valori. Questa squadra ha tanti attributi per poter sulla strada della vittoria".

Alla squadra, ribadisce Petkovic parlando dei problemi della squadra in trasferta, serve "più convinzione, dare ancora di più di quello che si dà in casa. Crederci di più ed essere fiduciosi. Dobbiamo essere un gruppo unito e positivo come abbiamo fatto fino ad ora. Ho fiducia in questi ragazzi che anche nei momenti difficili dimostrano di volere fare delle belle cose". "Se rimanessimo senza Europa League? Il bilancio lo faremo ad inizio giugno. Sicuramente - analizza l'allenatore dei biancocelesti - fino ad ora abbiamo fatto bene, tranne in questa parte della stagione dove abbiamo avuto delle difficoltà e fatto pochi punti. Ma dobbiamo rimanere positivi e fiduciosi per ottenere il massimo".

TELENOVELA COPPA ITALIA - "Non trovo normale che non ci si sia accordati subito, sapendo che c'erano già le elezioni. Non vedo cosa cambia, doveva già essere tutto previsto. Serviva maggiore chiarezza". Vladimir Petkovic, allenatore della Lazio, commenta così la situazione legata alla finale di Coppa Italia previsto il 26 maggio, per la quale non è ancora stato deciso l'orario. "Questo non c'entra con la Lazio e la Roma, con Juve e Milan - precisa il tecnico biancoceleste - ci sarebbero stati gli stessi problemi".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata