Petkovic carica la Lazio: Contro la Juve con sacrificio e umiltà

Roma, 30 ago. (LaPresse) - "La Juve? Ogni partita ha la sua storia. Purtroppo abbiamo sfigurato, in quei 20 minuti in Supercoppa in cui abbiamo perso tutta la stima, ma abbiamo giocato bene. Vogliamo ottenere il massimo risultato attraverso il sacrifico e l'umiltà". Così Vladimir Petkovic nel corso della conferenza stampa alla vigilia dell'anticipo di campionato contro la Juventus. Il tecnico biancoceleste torna quindi sulla batosta in Supercoppa e ricorda: "Noi non eravamo al 100%, ma stiamo crescendo come dimostrato contro l'Udinese. Adesso vogliamo fare risultato a Torino e dobbiamo giocare come nel primo tempo con l'Udinese". Petkovic non vede "un divario così ampio, ma loro sono abituati a vincere. La Juventus ha dimostrato di avere più fame, è la loro caratteristica. Noi siamo una signora squadra, i nostri giocatori hanno tanto carattere e domani daranno tutto per portare punti a casa".

Quindi il tecnico bosniaco indica una serie di dettami per cercare di far bene a Torino: "Non dobbiamo aver fretta di segnare, dobbiamo giocare con qualità e consapevolezza, l'importante sarà giocare a viso aperto cercando di approfittare di ogni occasione che ci capiterà". Un Petkovic fiducioso ripensando anche alla gara di campionato dello scorso anno: "L'ultima volta abbiamo rischiato di vincere. Non dobbiamo schiacciarci troppo e non dobbiamo alzarci troppo. Noi dobbiamo agire, non reagire". Infine Petkovic glissa sulle domande relative all'arrivo del centravanti turco Ylmaz dal Galatasary: "Mi concentro sull'organico che ho a disposizione. Questi giocatori ci hanno dato tante soddisfazioni e lo faranno anche domani. Se può giocare con Klose? Quando arriverà ne parlerò e penserò agli undici da schierare in campo".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata