Pescara, tre medici rinviati a giudizio per la morte di Morosini

Pescara, 25 mar. (LaPresse/AP) - Il gup di Pescara ha rinviato a giudizio per omicidio colposo tre medici per la morte dell'ex calciatore del Livorno Piermario Morosini. Il giocatore morì per un collasso cardiaco in campo durante un match del campionato di Serie B tra Livorno e Pescara, giocato lo scorso 14 aprile 2012. Nel corso del procedimento giudiziario è emerso che il 25enne Morosini, in prestito a Livorno dall'Udinese, soffriva di una malattia ereditaria al cuore. A processo andranno il medico del Livorno Manlio Porcellini, quello del Pescara Ernesto Sabatini e il medico del 118 presente quel giorno allo stadio Vito Molfese. Furono loro i primi a soccorrere Morosini in campo e all'epoca vennero criticati duramente per non aver usato un defibrillatore. Il processo inizierà il prossimo 14 dicembre.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata