Pellegrini: Sarò a Tokyo 2020 non chiudo con una sconfitta
"Alla fine ho capito che la sfida è con se stessi e questa scelta l'ho fatta per me"

 "Ho deciso che parteciperò alle Olimpiadi di Tokyo 2020. Alla fine ho capito che la sfida è con se stessi e questa scelta l'ho fata per me: non potevo smettere quello che ho fatto per una vita e finire con un ricordo così, un quarto posto, una medaglia mancata di pochissimo a Rio. Non volevo chiudere la mia carriera così". Federica Pellegrini annuncia in un'intervista esclusiva pubblicata dal settimanale 'Chi' nel numero in edicola da mercoledì 26 aprile, la sua intenzione di continuare a gareggiare fino ai prossimi giochi olimpici, smentendo così le voci di un suo possibile ritiro. Una decisione coraggiosa per l'atleta italiana più medagliata, che comporta scelte precise anche nella vita privata.

"Una donna sente quando arriva il momento anche per fare dell'altro", ha detto la campionessa a 'Chi'. "Forse ho deciso di spostare tutto in avanti proprio perché quel momento per me non è ancora arrivato, non mi sento pronta a spostare l'attenzione sulla famiglia. Ma io non è che mi sento in ritardo rispetto a una tabella di marcia prestabilita. Forse ho scelto di continuare a nuotare anche perché voglio farlo nel migliore dei modi e la vittoria di dicembre (ai mondiali in vasca corta a Windsor, in Canada, ndr) mi ha aiutato in parte a cancellare quel brutto ricordo. E poi anche perché non mi sento pronta per affrontare altre cose che, in fondo, non vano programmate. Non è ancora il momento di fare un'altra vita".

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata