Parma nel caos: Cassano rescinde il contratto. Giocatori e Donadoni dall'Aic

Parma, 26 gen. (LaPresse) - Parma sempre più nel caos, tra risultati deludenti e situazione societaria ancora poco chiara dopo il passaggio di mani tra Tommaso Ghirardi e una cordata che vede la presenza anche del magnate albanese Rezart Taci. Con un comunicato sul suo sito internet, il Parma comunica "di aver raggiunto in data odierna l'accordo per la risoluzione consensuale anticipata del contratto per le prestazioni sportive del calciatore Antonio Cassano". Questo pomeriggio tutti i giocatori e l'allenatore Roberto Donadoni hanno avuto un incontro con l'Associazione calciatori per valutare l'ipotesi di messa in mora della società visto il mancato pagamento degli stipendi ormai da diversi mesi.

Il capitano Alessandro Lucarelli parlando a Parma Tv ha spiegato che per il momento "non c'è stata alcuna richiesta di rescissione, ma c'è stato questo incontro con l'Associazione per capire come andavano le cose e avere un confronto di idee su come muoverci e tutelarci nel caso ce ne fosse bisogno". Il primo ad andaersene potrebbe essere Antonio Cassano, l'attaccante già in rotta con la società e che ieri è stato protagonista di un duro confronto con la tifoseria.

Il difensore gialloblu ha parlato anche del malore subito dall'ad Pietro Leonardi, ulteriore dimostrazione del momento difficile della società. "Leonardi l'ho sentito per telefono, ha avuto un mancamento e ci dispiace. Speriamo che si rimetta presto e lo aspettiamo a Collecchio", ha detto Lucarelli.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata