Parma, Crespo: Siamo allo sbando, situazione che fa male

Parma, 21 feb. (LaPresse) - "Siamo allo sbando, è una situazione che fa male. Se è in difficoltà la prima squadra, figuratevi noi...". Il tecnico della Primavera del Parma Hernan Crespo ha commentato così la situazione che sta attraversando il club ducale. "Facciamo il possibile per aiutare le famiglie dei nostri ragazzi. Abbiamo giocato grazie al favore dei giardinieri, ma al momento non sappiamo se abbiamo i soldi per giocare con la Sampdoria - ha ammesso l'ex attaccante di Milan e Chelsea al termine della gara vinta con il Carpi - Si rischia di bruciare il lavoro di anni, due esempi sono Mauri e Defrel, che sono passati di qui, ma non sono i soli. Il settore giovanile è un po' un mondo a parte, non abbiamo ancora parlato con il presidente".

Crespo ha rivelato che "non abbiamo nemmeno l'acqua per gli allenamenti, facciamo le docce fredde e i ragazzi si sono ammalati più volte. Noi continuiamo a lavorare fin quando possiamo dare un'occasione a questi giovani - ha proseguito - Spero si muovano le istituzioni: se dovremo portare i ragazzi in trasferta con i nostri soldi e le nostre macchine lo faremo, anzi lo stiamo già facendo. Ho detto a Renzo Ulivieri, presidente dell'associazione allenatori, scherzando, che sto facendo un'esperienza qui che vale per cinque anni di Serie A". Proprio Crespo è stato uno dei giocatori che ha reso grande il Parma a cavallo tra gli anni '90 ed il 2000. "Ho visto costruire questo Centro Sportivo, mattone per mattone, e il primo gol qui l'ho segnato io. Sto male a vedere come sia messo tutto oggi. Onoreremo questo club sino alla fine, dovranno essere le istituzioni a dirci basta - ha sottolineato - Com'è stato possibile iscrivere una squadra che non arriverà a fine campionato? Dove erano le istituzioni del calcio?", si è chiesto concludendo il tecnico della Primavera.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata