Palermo, il 2015 di Dybala: Che bello sarebbe iniziare anno battendo Roma

Torino, 31 dic. (LaPresse) - "Non posso fermarmi così, devo continuare a crescere, facendo il meglio per la squadra, per un 2015 anche migliore". Parola di Paulo Dybala, grande protagonista della stagione del Palermo. Il talentuoso attaccante argentino, intervistato da Sky Sport, elogia il tecnico Iachini, cui dà come voto un dieci: "E' rimasto quasi tutto il gruppo che ha vinto l'anno scorso la B, anche se partiti alcuni giocatori importanti. Lui è stato il vertice di questo gruppo, è importante per tutti noi".

"Cosa chiedo al nuovo anno? Prima di tutto la salute per la mia famiglia, che è sempre con me", prosegue Dybala. "E poi di fare una grande annata a livello personale col Palermo, e a livello di gruppo di arrivare più in alto possibile. Però l'obiettivo, come diciamo sempre, resta la salvezza, anche se spero in un buon anno per i tifosi. Ora sarebbe bello segnare e vincere contro la Roma, che con la Juventus è la più forte del campionato". Sul futuro: "Non abbiamo parlato del rinnovo, magari lo sta facendo il mio procuratore", chiarisce l'argentino. "Sicuramente dovremo arrivare ad un accordo per stare bene tutti e due".

"Che cosa sognavo da piccolo? Il sogno è sempre quello di giocare in una grande squadra, in Champions League, giocare una finale con la Nazionale", spiega l'attaccante. "Ci sono tanti grandi club, non posso dirne uno. Il no alla Nazionale italiana? Non ho parlato con Martino, ma non significa che ora l'Argentina mi debba chiamare per forza. L'Argentina ha tantissimi attaccanti forti. È molto importante fare bene e crescere. Io sono giovane, spero - conclude - di avere la mia opportunità".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata