Ora Mourinho 'tifa' Ranieri: Leicester può vincere Premier

Londra (Regno Unito), 11 dic. (LaPresse/PA) - José Mourinho si dice imbarazzato per l'adulazione mostrata nei suoi confronti dai tifosi del Chelsea nonostante la deludente stagione. I campioni in carica in Premier League sono attualmente 14° in classifica e potrebbero ritrovarsi addirittura in zona retrocessione in attesa del posticipo che lunedì li vedrà affrontare il Leicester capolista. "Quando le persone sono così gentili con me ed intonano il mio nome, mi sento un po' imbarazzato, perché non so come reagire", ha detto Mourinho.

Secondo il tecnico del Leicester Claudio Ranieri, sulla panchina del Chelsea prima della nomina di Mourinho nel giugno 2004, i 'Blues' possono ancora finire tra le prime quattro. Lo 'Special One' si dice d'accordo con lui: "Indipendentemente dalla sconfitta contro il Bournemouth, penso che negli ultimi due mesi la squadra stia migliorando", ha spiegato Mourinho. "Stiamo andando nella giusta direzione in termini di livello dei singoli e di consistenza della squadra. Abbiamo bisogno di risultati. Prima della sconfitta contro il Bournemouth - ha aggiunto il portoghese - ero assolutamente convinto della quarta posizione in classifica. Ero convinto che sarebbe stato un grande mese di dicembre per noi. Non pensavo che avremmo potuto perdere questa partita. Siamo riusciti ad infilare una serie di quattro-cinque vittorie consecutive, forse abbiamo la possibilità di accorciare le distanze e di sognare di un grande finale e finire quarto. Finché matematicamente è possibile, dobbiamo provarci".

Mourinho si è poi speso in elogi per Ranieri, "merita il premio di miglior allenatore di metà stagione" e il sorprendente Leicester. "Sono tutti a chilometri di distanza da quello che sta facendo il club. Ho detto un paio di settimane fa che non credevo potessero essere campioni. Forse devo pensare due volte prima di dirlo ancora una volta. Una cosa - ha sottolineato lo 'Special One' - è essere in testa alla classifica nel mese di settembre dopo una bella partenza. Un'altra cosa è essere in testa alla classifica nel mese di dicembre. E' una storia completamente diversa". Il titolo "sarebbe qualcosa di magnifico, qualcosa di impressionante nel mondo del calcio, ma a volte queste cose possono succedere e perché non potrebbe succedere con loro?".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata