Nuoto, Thorpe confessa: Ho avuto depressione ed ho pensato a suicidio

Sydney (Australia), 13 ott. (LaPresse/AP) - Il cinque volte campione olimpico di nuoto, Ian Thorpe, ha rivelato di aver trascorso gran parte della sua vita combattendo la depressione di aver fatto spesso uso in maniera massiccia di alcool per gestire i suoi stati d'animo. In un estratto della sua biografia pubblicato sui media australiani ha detto di aver nascosto questa sua situazione a parenti, allenatore ed amici e di aver anche pensato al suicidio. Il 30enne ha detto di non essersi mai sentito alcolizzato ma che allo stesso tempo bere: "era un mezzo per liberarmi la testa da quei pensieri terribili e per gestire i miei stati d'animo".

Thorpe ha anche confessato di essersi ubriacato da solo in diverse occasioni anche fra il 2002 ed il 2004 quando si stava allenando per le Olimpiadi di Atene dove vinse due medaglie d'oro individuali nei 200 e 400 stile libero. Il nuotatore ha invece negato fortemente le voci su una sua presunta omossesualità: "Non sono gay e tutte le mie esperienze sessuali sono state etero - ha concluso - sono attratto dalle donne".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata