Nuoto, Pellegrini piange la ex rivale Muffat: A volte la vita non è giusta

Torino, 10 mar. (LaPresse) - "A volte, la vita non è giusta... RIP (rest in peace, ndr)". Così Federica Pellegrini commenta su Instagram la tragica scomparsa di di Camille Muffat, la 25enne campionessa di nuoto francese che ha perso la vita in un incidente su un elicottero in Argentina dove stava partecipando ad un reality show. La Pellegrini ha anche postato una foto che la ritrae in compagnia della Muffat su un podio dopo la premiazione di una gara.

"R.I.P. (rest in peace, ndr) #CamilleMuffat! Morire a 25 anni è una cosa assurda! Condoglianze alla famiglia. #shock #francia #swimmer". Con questo tweet anche Filippo Magnini, campione di nuoto e fidanzato di Federica Pellegrini, piange la scomparsa della olimpionica francese Camille Muffat in un tragico incidente in Argentina.

La Giunta Nazionale del Coni ha aperto oggi i lavori osservando un minuto di raccoglimento in memoria dei tre atleti francesi scomparsi questa notte in un incidente aereo in Argentina, vale a dire la nuotatrice campionessa olimpica Camille Muffat, la velista Florence Arthoud e il pugile Alexis Vastine (bronzo a Pechino 2008). Il presidente Giovanni Malagò, prima dell'inizio della Giunta, si era messo in contatto con il presidente del Comitato Olimpico Francese, Denis Masseglia, al quale aveva manifestato il profondo dolore per la tragedia che ha colpito la Francia esprimendo la solidarietà del movimento sportivo italiano a tutto lo sport francese. "Una vera tragedia", è stato il primo commento di Malagò.

"Senza parole, riposa in pace Camille". Anche Luca Marin, campione della nazionale azzurra di nuoto, piange la tragica scomparsa di Camille Muffat. Marin ha postato sulla sua pagina Twitter una foto della campionessa francese e il testo del messaggio in francese.

"No, non può essere successo davvero. R.I.P. (riposa in pace, ndr)". Anche Gregorio Paltrinieri, stella nascente del nuoto italiano, commenta su Twitter la tragica scomparsa dell'olimpionica di nuoto francese Camille Muffat.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata