Nuoto, doping: Sun Yang positivo, squalificato 3 mesi già scontati

Pechino (Cina), 24 nov. (LaPresse/Xinhua) - Il due volte campione olimpico di nuoto cinese Sun Yang è stato trovato positivo ad un test antidoping ed è stato squalificato per tre mesi. A renderlo noto è stata oggi l'agenzia antidoping del paese asiatio Chinada. Il fuoriclasse del nuoto è stato trovato positivo ad uno stimolante (la trimetazidina, ndr) in un controllo effettuato il 17 maggio ai campionati nazionali cinese. Sun si è poi difeso in un'audizione svoltasi a luglio dove gli inquirenti hanno deciso di sanzionarlo con una squalifica di tre mesi. Sun ha spiegato di aver utilizzato il medicinale Vasorel per ragioni mediche e di non essere a conoscenza del fatto che la trimetazidina fosse inserita nella lista dei farmaci proibiti, fatto che è accaduto nel gennaio 2014. "Sono stato testato innumerevoli volte nel corso di questi anni di allenamenti e competizioni e non ne ho mai fallito uno", ha dichiarato Sun al quale è stato anche tolto il titolo nazionale dei 1500 stile libero e gli è stata affibiata una multa di 816 dollari.

"Quando è accaduto ero in stato di shock e depresso ma allo stesso tempo mi ha fatto prendere a cuore la mia vita da sportivo ancora di più. Lo prenderò come una lezione e farò maggiore attenzione in futuro". La squalificata è stata di soli tre mesi perché il nuotatore "ha portato prove sufficienti di non voler barare". "Ma - ha detto Zhao Jia, vice direttore della Chinada - la sua mancanza di informazione agli organisimi antidoping deve essere punita". Sia il nuotatore che il suo club infatti non hanno comunicato l'assunzione del prodotto al momento del test. Sun prende il medicinale fin dal 2008 quando ha iniziato a soffrire di palpitazioni cardiache. "Sun è l'atleta più famoso in Cina ed è conosciuto in tutto il mondo - ha concluso Zhao - è una brutta notizia ma non abbiamo nessuna intenzione di non comunicarla. Lo facciamo in maniera quadrimestrale come richiesto dalla Wada". Negli ultimi sei mesi la Chinada ha effuettuato 9900 test antidoping in sei mesi e questo ha allungato il tempo delle comunicazioni. "Questo è il motivo per cui non abbiamo ufficializzato i risultati del secondo e terzo trimestre fino ad oggi".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata