Scozzoli: "Carichissimi per Isl. Finale? Difficile ma non si sa mai"
Scozzoli: "Carichissimi per Isl. Finale? Difficile ma non si sa mai"

Il leader degli Aqua Centurions carico per il debutto nella lega a squadre al via a Indianapolis negli Usa: "Era un qualcosa che mancava completamente nel calendario"

"Siamo tutti carichissimi, è una cosa nuova e ovviamente siamo tutti eccitati. Era un qualcosa che mancava completamente nel calendario,  spero che finalmente possa dimostrare al pubblico quanto il nuoto possa essere spettacolare". Fabio Scozzoli, uno dei leader degli Aqua Centurions, la squadra di matrice italiana che partecipa all'International Swimming League, non vede l'ora di scendere in vasca per la prima tappa ad Indianapolis di Isl. "Sicuramente la cosa che può aiutare è il format delle gare: breve, intenso, veloce - ha aggiunto il nuotatore azzurro parlando a LaPresse -  Con più tappe ravvicinate come può essere un breve campionato".

- Con Isl per i nuotatori si apre anche una nuova frontiera, quella del professionismo. "E' fondamentale, sono veramente onorato e mi ritengo anche fortunato di farne parte - ha ammesso il ranista - Spero che questo possa essere solo l'inizio e di poter dare anche un aiuto per il futuro del nuoto. La mia condizione? Mi aspetto di poter dare un buon contributo, nelle mie gare ho degli ottimi avversari però sarà importante fare il massimo dei punti. Siamo tutti in una fase iniziale di preparazione, credo che nessuno sia al top della forma, però devo dire che non penso neanche di essere così indietro".

Sul possibile approdo alla finale di Las Vegas degli Aqua Centurions Scozzoli è decisamente più cauto. "Credo sia difficile, più che altro perché siamo partiti un po' tardi nella formazione del team in sé, quindi magari certi nuotatori avevano già trovato squadra e non siamo riusciti a completare al meglio la formazione - ha evidenziato - Però non si sa mai perché alla fine quello che conta è chi tocca davanti e non è detto che il nuotatore più forte di un altro in un certo momento sia in uno stato migliore e riesca a fare una gara migliore. Sarebbe comunque una bella sorpresa".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata