Isl, Seliskar: "Sono versatile, pronto a vincere per LA Current"
Isl, Seliskar: "Sono versatile, pronto a vincere per LA Current"

Il 23enne statunitense vuole trascinare la sua squadra nella tappa della International Swimming League del 16 e 17 novembre in Maryland (Usa)

Nell'International Swimming League, la versatilità è la chiave. Avere un team eclettico con atleti in grado di gareggiare in diversi stili, molteplici distanze e nelle staffette, sono gli elementi fondamentali per raggiungere la vetta della classifica. È proprio questo il caso degli LA Current che possono contare su Andrew Seliskar, il 23enne statunitense che si è dimostrato prezioso per la squadra. L'Isl sbarca il 16 e 17 novembre a College Park, nel Maryland (Usa). Nelle prime due competizioni, Seliskar ha affrontato nove gare individuali, vincendone quattro, e ha portato a casa 54 punti per la sua squadra. Il 23enne, tre volte campione individuale degli Ncaa, si è ritagliato il ruolo del nuotatore che può gareggiare in qualsiasi competizione, sempre e comunque. "Ogni atleta della rosa svolge un ruolo unico nel massimizzare i punti", ha detto aggiungendo di vedersi come "l'opzione 'flessibile' per gli LA Current, come qualcuno che può essere competitivo in tutti gli stili e gareggiare in eventi consecutivi". Il giovane atleta ne ha dato già dimostrazione partecipando ai 400 stile libero e ai 200 misti individuali, a meno di 20 minuti di distanza l'uno dall'altro, riuscendo ad affermarsi in quest'ultima gara entrambe le volte. "Questa competizione è per me un'opportunità fantastica di intensificare e contribuire al successo del team e a formarmi come professionista. Indipendentemente da evento, distanza o circostanza, quando scendo in vasca per la squadra, sono pronto a competere e a essere il primo a toccare con la mano il muro", ha aggiunto.

Come molti atleti americani nell'Isl, Seliskar si è laureato al college e poi è diventato professionista quest'anno. Il 23enne ha dimostrato abilità eccezionali sott'acqua, sviluppate in anni di gare, e crede che essere abituato a piscine di piccole dimensioni sia un vantaggio. "Essere un atleta degli LA Current mi ha dato la mia prima vera opportunità di gareggiare sulle brevi distanze. Dopo la mia carriera universitaria alla UC Berkeley, ho acquisito molta esperienza e slancio in una piscina da 25 iarde (circa 22 metri, ndr). Credo davvero che questo rappresenti un vantaggio per me nell'Isl".

La gara in Maryland sarà come un derby tra Stati Uniti e vedrà protagonisti tutti e quattro i club americani, con gli LA Current che sono ben piazzati in classifica. Davanti a loro solo i Cali Condors. I primi due classificati accederanno alla Grand Final di Las Vegas. "Ogni possibilità di gareggiare con gli atleti americani più veloci - ha sottolineato Seliskar - è qualcosa che prendo sul serio: non vedo l'ora di scendere in vasca e di incontrare le altre squadre, in particolare i Cali Condors. Si prospetta una dura battaglia in Maryland, ma sono fiducioso che il nostro club possa staccare il pass per la finale di Las Vegas". "I nostri allenatori sono di prim'ordine. Jack Roach è esperto e non vedo l'ora di potere attingere dal suo bagaglio ogni volta che sarò con il team. Avere un coach così e poter contare su nuotatori esperti come Nathan Adrian e Matt Grevers ci ha davvero indirizzati verso il successo. Essere in grado di adattarsi a fianco delle medaglie d'oro olimpiche - ha concluso - è stimolante e mi rende entusiasta di continuare a gareggiare per questa squadra fino alla Grand Final".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata