Nibali al Quirinale regala la maglia rosa a Mattarella
Al presidente della Repubblica anche la maglia del Leicester, consegnata da Ranieri

Il vincitore del Giro d'Italia Vincenzo Nibali, accompagnato dal numero uno del Coni Giovanni Malagò, ha donato al presidente della Repubblica Sergio Mattarella la maglia rosa in occasione del tradizionale ricevimento al Quirinale per la Festa della Repubblica. Con Nibali e Malagò c'era anche Claudio Ranieri, che ha ricevuto nei giorni scorsi l'onoreficenza di grande ufficiale al merito della Repubblica. Il tencico romano ha regalato al capo dello Stato una maglia del Leicester, campione d'Inghilterra. Il presidente della Repubblica si è quindi intrattenuto a parlare per qualche minuto con Nibali.

Chiacchierata con sportivi e olimpionici anche per Matteo Renzi ai giardini del Quirinale. Il presidente del Consiglio ha fatto i suoi personali complimenti a Ranieri e a Nibali. Il premier è accompagnato dalla moglie Agnese e dai tre figli. "Mio figlio sa a memoria la formazione del Leicester ed è diventato esperto di ciclismo", ha scherzato. "Il nuovo motto per le Olimpiadi sarà 'dilidin dilidon'", ha poi aggiunto rivolgendosi al presidente del Coni Giovanni Malagò, ricordando l'espressione, diventata ormai famosa, dell'allenatore romano. Dopo i complimenti per l'impresa del Leicester, però, è stata l'anima viola di Renzi a venir fuori: "Era lui, mister Ranieri, l'allenatore della Fiorentina quando abbiamo vinto la Coppa Italia con una doppietta di Batistuta", ha ricordato ai figli. Il premier si è quindi concesso una "foto sportiva" con Nibali, Ranieri, Malagò, Nicole Orlando, vincitrice di quattro medaglie d'oro ai Mondiali per atleti down - "lei vi spiega come si fa a vincere", ha detto ai suoi figli -, Rossella Fiamingo, campionessa mondiale di spada, e il nuotatore plurimedagliato Luca Dotto.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata