Neymar: Santos-Barça? Non sarà sfida tra me e Messi, lui è numero 1

Yokohama (Giappone), 17 dic. (LaPresse) - "Non sarà solo una sfida Messi-Neymar, ma Santos-Barcellona e quella di domani sarà una partita storica". Parola di Neymar, la giovane stella del Santos attesa domani alla finale del Mondiale per club contro il Barcellona.

"Ammiro molto Messi - ha aggiunto l'asso brasiliano in conferenza stampa - ma non solo lui. Sono cresciuto anche con Ronaldinho, Ronaldo, Robinho. Certo oggi Messi è il numero 1, è impressionante e alcune sue giocate cerco di copiarle. L'unica volta che ho giocato contro di lui è stato con la Nazionale e lui ha segnato un gol dimostrando di essere il numero 1". Neymar ha detto poi che comunque ha coronato il suo sogno di giocatore, affrontare il Barcellona in finale. "E' la squadra più forte del mondo, ma ora la cosa che conta è vincere il titolo e diventare campione con il Santos".

"Per noi è una grande sfida. E' un sogno giocare la finale contro una squadra prestigiosa come il Santos", ha detto invece l'allenatore del Barcellona Pep Guardiola. "Cercheremo di attaccare e limitare il coinvolgimento dei loro giocatori miglori. Affronteremo la partita sapendo di poter vincere o perdere", ha aggiunto il tecnico blaugrana.

Inevitabile parlare di Neymar, il pericolo pubblico numero 1 del Santos. "Non lo marcheremo a uomo, ma per farlo dovremo mantenere costantemente il possesso del pallone. Se il Santos ha la palla - spiega Guardiola - è destabilizzante. Non c'è solo Neymar, hanno tanti ottimi giocatori come Ganso, Borges e Danilo". Infine l'allenatore campione d'Europa non si sbilancia sul recupero o meno di Alexis Sanchez. "Come sta? Vedremo e decideremo cosa fare tra oggi e domani", ha concluso.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata