Neymar: Barcellona è più di un club, giocare con Messi un sogno

Barcellona (Spagna), 3 giu. (LaPresse) - "Sono felicissimo, vi ringrazio molto. Sono molto emozionato. Questo è più di un club". Sono le prime parole pronunciate da Neymar da giocatore del Barcellona. L'attaccante brasiliano, sbarcato oggi nella capitale catalana, è stato presentato ufficialmente ai tifosi con una grande cerimonia al Camp Nou, davanti ad un pubblico di circa 60mila persone. "Voglio aiutare la squadra", ha promesso Neymar che ha espresso parole di elogio per quello che sarà il suo nuovo compagno in attacco, Leo Messi: "Lui continua ad essere il migliore giocatore del mondo, è un sogno giocare al suo fianco", così l'ex giocatore del Santos ha definito l'argentino.

Dopo aver sostenuto le visite mediche, Neymar ha firmato il contratto che lo legherà al Barcellona per i prossimi cinque anni alla presenza di Sandro Rosell. Il club blaugrana lo annuncia anche sulla pagina Twitter del club, corredando la notizia con una foto che ritrae la stretta di mano tra l'attaccante arrivato dal Santos e il presidente.

"Il mio cuore era con il Barcellona, non ho scelto per i soldi". Così Neymar nella conferenza stampa che ha seguito la sua presentazione al Camp Nou. Al suo fianco, il vicepresidente Josep Maria Bartomeu e il direttore sportivo Andoni Zubizarreta. "Sono molto felice di aver realizzato un sogno della mia vita", ha spiegato l'attaccante arrivato dal Santos nel suo primo giorno con la maglia dei catalani. "E' un grande giorno per me e per la mia famiglia. Ho l'opportunità di giocare con campioni che ho ammirato come Messi, Xavi, Iniesta. Sono entrato in una nuova fase della mia vita, verso molte gioie e successi". "E' stata un'emozione entrare al Camp Nou ed essere applaudito - ha raccontato ancora Neymar - mi è costato non piangere. Non sono preoccupato di essere tra i migliori al mondo, il migliore è qui ed è Messi. Sono uno degli uomini più fortunati al mondo a poter giocare insieme a lui, è un onore".

Il brasiliano ha poi promesso: "Cercherò di adattarmi rapidamente, voglio giocare il mio stile di calcio in tranquillità. Sono sicuro che andrà tutto bene e che darò grandi soddisfazioni sin dall'inizio". L'ex giocatore del Santos ha parlato dell'interesse manifestato dalle due big spagnole nei suoi confronti: "Barcellona e Madrid sono due grandi club, ero felice perché mi volevano entrambi ma - ha sottolineato - il mio cuore era con il Barcellona, che ho sempre ammirato sin da piccolo. La prima immagine che ricordo è quella di Ronaldinho con la maglia blaugrana. Pelé mi ha dato un sacco di consigli, ma non ha mai interferito nella mia scelta". "E' stata una decisione presa in famiglia. Chiaro che l'ultima parola è stata la mia, ma non mi sono mosso per denaro", ha chiarito il brasiliano, che ha aggiunto: "Non ho mai sostenuto delle visite con il Real. Il Madrid è un grande club, lo rispetto".

MAXI CLAUSOLA - 57 milioni di euro. E' questo il costo che il Barcellona ha dovuto pagare per l'operazione che ha portato Neymar in maglia blaugrana. A rendere note la cifra è il vicepresidente del club, Josep Maria Bartomeu, che ha inoltre svelato l'entità della clausola rescissoria prevista dal contratto dell'attaccante: ben 190 milioni di euro. L'accordo con il Santos prevede anche due amichevoli tra Barcellona e club paulista: una sarà giocata al Camp Nou e potrebbe coincidere, ma non c'è ancora l'ufficialità, con il 'Trofeo Gamper', tradizionale appuntamento dell'estate blaugrana.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata