Nba, super Gallinari trascina Denver. Bargnani non basta a Toronto

Oakland (California, Usa), 11 nov. (LaPresse/AP) - Un super Danilo Gallinari segna 5 dei suoi 21 punti totali negli ultimi 36 secondi del secondo supplementare e guida i Denver Nuggets alla vittoria 107-101 sul campo dei Golden State Warriors. Per l'azzurro anche 7 rimbalzi, 2 assist e 3 palle recuperare. Andrea Iguodala contribuisce al successo di Denver con 19 punti, mentre Kenneth Faried chiude con 18 punti e 17 rimbalzi. Non bastano ai Warriors i 23 di Klay Thompson. Nonostante i 23 punti punti, 5 rimbalzi e 3 asssit di Andrea Bargnani, i Toronto Raptors vengono invece sconfitti in casa dai Philadelphia 76ers per 93-83. Per la franchigia canadese è il quinto ko su sei partite disputate. Sixers trascinati dal trio composto da Thaddeus Young, Jrue Holiday Nick Young con 16 punti a testa. Senza Marco Belinelli, i Chicago Bulls superano i Minnesota Timberwolves 87-80. Nate Robinson guida la franchigia dell'Illinois con 18 punti, Joakim Noah contribuisce con 17 punti e 7 rimbalzi.

Prosegue la marcia dei San Antonio Spurs, che grazie ai 27 punti di Gary Neal si impongono sul campo dei Portland Trail Blazers per 112-109 nonostante l'assenza di Tony Parker. Decisivi per la vittoria dei texani due tiri liberi di Manu Ginobili dopo una clamorosa rimonta di Portland, che con tre canestri da tre punti di fila aveva portato il risultato sul 109 pari a 40 secondi dal termine. Per i Blazers, carrer high del francese Nicolas Batum con 33 punti. Per gli Spurs, invece, 22 punti e 9 rimbalzi di Tim Duncan. Tornano al successo i Boston Celtics, che superano 96-92 i Milwaukee Bucks grazie a 25 punti di Paul Pierce e 18 di Kevin Garnett. Rajon Rondo si 'limita' a 10 punti e 10 rimbalzi, 30esima partita in fila con almeno 10 o più passaggi smarcanti. La striscia più lunga è di Magic Johnson con 46 partita tra l'aprile del 1983 e il febbraio del 1984. Non bastano ai Bucks i 32 punti di Monta Ellis. Grazie ai 20 punti di James Harden, gli Houston Rockets battono 96-82 i Detroit Pistons. Per i texani anche 14 punti di Omar Asik.

A Salt Lake City, gli Utah Jazz superano 94-81 i Phoenix Suns con 27 punti e 14 rimbalzi di Al Jefferson. Sempre per i Jazz, anche 18 punti e 13 rimbalzi di Paul Millsap. Non bastano al team dell'Arizona, i 21 punti di Luis Scola. A Charlotte, il rookie Michael Kidd-Gilchrist firma il suo carrer high con 25 punti e 12 rimbalzi e trascina i Bobcats alla vittoria 101-97 dopo un supplementare sui Dallas Mavericks sempre privi di Dirk Nowitzki. Kemba Walker, sempre per i Bobcats, contribuisce alla vittoria con 26 punti. Ai Mavericks non bastano i 22 punti di Oj Mayo e i 18 di Vince Carter. A Indianapolis, infine, gli Indiana Pacers si impongono 89-85 sui Washington Wizards con 20 punti di Paul George. Non bastano ai Wizards i 17 punti di Emeka Okafor e Bradley Beal.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata