Nba: San Antonio vince, LeBron spinge Cleveland. Oklahoma ferma marcia Golden State

New York (Usa), 17 gen. (LaPresse) - LeBron James protagonista nella serata Nba. Il 'Prescelto' firma 32 punti, conditi da 11 rimbalzi e 7 assist, e trascina Cleveland al successo in casa dei Clippers (126-121). LeBron diventa anche il più giovane giocatore Nba a raggiungere i 24mila punti. Nelle file dei Cavs brilla anche Irving (37 punti), bene anche Thompson (24 punti e 12 rimbalzi). Alla franchigia di Los Angeles, orfana dell'infortunato Love, non basta l'ottima prestazione di Griffin (34 punti e 10 rimbalzi). Si interrompe la marcia di Golden State. Dopo otto vittorie consecutive i Warrios cadono ad Oklahoma per mano dei Thunder (127-115). Sono Durant (36 punti), Waiters (21) e Westbrook, autore di una tripla doppia (17 punti con 17 assist e 15 rimbalzi) i mattatori del march. Nelle file di Golden State in evidenza Thompson con 20 punti.

Serata positiva per San Antonio, che regola Portland 110-96 e mette in cassaforte il secondo successo consecutivo. Ad ispirare gli Spurs, sempre privi dell'infortunato Belinelli, sono Leonard (20 punti), al rientro dopo l'infortunio alla mano, e Green (19). Aldridge (24) e Lillard (23) non sono sufficienti ai Trail Blazers. Atlanta non si ferma più. Gli Hawks passano all'Air Canada Centre di Toronto (110-89) e conquistano l'undicesima vittoria di fila, con il fondamentale contributo di Horford (22 punti). Ai Raptors non bastano i 25 punti di DeRozan. E' invece di 30 punti il 'bottino' di Bosh nel successo di Miami a Sacramento (95-83). Anche Deng (25 punti) offre un contributo sostanzioso agli Heat. Cousins (17 punti) è il top scorer dei Kings.

Nowitzki è il protagonista con 25 punti nel 97-89 rifilato da Dallas a Denver. Super Jennings (37 punti) spinge Detroit alla vittoria (98-96) in casa di Indiana. Decisivo Drummond ad un secondo dalla sirena. Memphis passa ad Orlando (106-96). In evidenza il neo arrivato Green (21 punti), i Magic non riescono a sfruttare i 22 punti, con 12 assist, di Payton. Un grande Rose (29 punti e 10 assist), coadiuvato da Butler (22 punti) ispira Chicago al successo esterno su Boston (119-103). Sullinger (20 punti) non basta ad arginare il ko dei Celtics. Completano il programma odierno le vittorie interne di Philadelphia (96-81 su New Orleans), Phoenix (110-99 su Minnesota) e Utah (94-85 sui Lakers privi di Bryant) e il successo esterno di Brooklyn a Washington (102-80).

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata