Nba, San Antonio prosegue marcia: Denver ko, 7 punti per Belinelli. Indiana piega Miami

San Antonio (Texas, Usa), 27 mar. (LaPresse) - San Antonio soffre ma riesce a piegare la resistenza di Denver: gli Spurs si impongono 108-103 conquistando la 15/a vittoria consecutiva. Un successo alquanto faticoso visto che i texani, arrivati anche ad un vantaggio di +24 nel terzo periodo, subiscono la rimonta dei Nuggets che toccano il -4. A trascinare San Antonio ci pensa Duncan, autore di 29 punti, 13 rimbalzi e 5 assist. Il contributo di Marco Belinelli è di 7 punti e un assist in 16'. A Denver, sempre priva di Danilo Gallinari, non sono sufficienti Brooks (25 punti e 8 assist) e Faried (24 con 10 rimbalzi). Solo panchina invece per Gigi Datome costretto ad assistere da spettatore alla rocambolesca sconfitta dei suoi Pistons contro Cleveland (96-97). Detroit spreca un vantaggio di 16 punti accumulato alla fine del terzo quarto e i 24 punti complessivi siglati da Josh Smith. I Cavaliers mettono a frutto i 21 punti di Dellavedova e i 18 di Waiters, che sigla il decisivo canestro sulla sirena e possono così festeggiare il terzo successo consecutivo.

Nello spigoloso duello tra le regine di Eastern Conference a spuntarla è Indiana, che supera Miami 84-83 nell''anticipo' di playoff. Finale di gara emozionante, con i Pacers che riescono a recuperare uno svantaggio di 7 punti. Gli Heat falliscono il possibile sorpasso con l'errore al tiro di Bosh sulla sirena. Non sbaglia invece West, la cui conclusione risulterà decisiva per il successo di Indiana. Ai campioni in carica non basta il solito LeBron James, autore di 38 punti. I migliori realizzatori dei Pacers sono George (23) e Hibbert (21). E' invece Carmelo Anthony il mattatore (36 punti) del successo esterno di New York a Sacramento (96-107). Successo preziosissimo per i Knicks, ora a due lunghezza dell'ottavo posto ad Est valido per l'accesso ai playoff. Nelle file degli ospiti svetta anche Jr Smith (29 punti), mentre i 32 di Cousins (con 15 rimbalzi e otto assist) non sono sufficienti ai Kings.

Prosegue l'ottimo momento di Phoenix ad Ovest: i Suns passano sul parquet di Washington (99-93) conquistando la quinta vittoria di fila. Successo sofferto per gli ospiti che rischiano di farsi rimontare dai Wizards, trascinati da Wall (29 punti complessivi e sei assist). Migliore realizzatore di Phoenix Dragic con 25 punti, bene anche Bledsoe che chiude a 23. A sorpresa i Clippers cadono in casa di New Orleans (98-96). Non basta alla formazione di Los Angeles la prestazione di Crawford (31 punti), che però sbaglia la tripla della possibile vittoria. A spingere Pelicans ci pensa Morrow (27). Negli altri incontri della serata Nba, successi casalinghi per Charlotte (116-111 su Brooklyn all'overtime), Minnesota (107-83 contro Atlanta). Vincono fuori casa Toronto (99-90 a Boston) e Memphis (91-87 in Utah).

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata