Nba, S. Antonio e Belinelli ko contro Chicago. La neve ferma Datome. Durant batte LeBron, Oklahoma vola

Miami (Florida, Usa), 30 gen. (LaPresse) - Non bastano gli 11 punti di Marco Belinelli ai San Anonio Spurs per evitare un'altra dolorosa sconfitta. La franchigia texana è stata infatti battuta in casa dai Chicago Bulls 86-96. E' la terza battuta d'arresto di fila per San Antonio, che vede così allontanarsi la vetta della Western Conference. Con Ginobili fermo ai box per un mese e senza Kawhi Leonard, Danny Green e Tiago Splitter, a San Antonio non bastano i 20 punti e 6 assist di Tony Parker e i 17 con 12 rimbalzi di Tim Duncan.

Belinelli gioca 32' e firma 11 punti con 3/7 da 2, 1/4 da 3, 4 rimbalzi, 3 assist e 2 recuperi. Chicago viene trascinata alla vittoria dai 19 punti di Jimmy Butler e dai 16 con 12 rimbalzi del veterano Carlos Boozer. La tempesta di neve che sta paralizzando la costa Est degli Stati Uniti, invece, ha costretto al rinvio della gara tra gli Atlanta Hawks e i Detroit Pistons di Gigi Datome.

Un grande Kevin Durant trascina Oklahoma City alla vittoria per 112-95 sul campo dei campioni del Mondo dei Miami Heat. La superstar dei Thunder con 33 punti vince la sfida nella sfida con l'Mvp dello scorso anno LeBron James, autore di 34 punti per la franchigia della Florida. Durant porta a 12 la serie di partite con almeno 30 punti segnati. Oklahoma ribalta uno svantaggio di 18 punti grazie anche all'ottima prova di Serge Ibaka con 22 punti e ai 33 combinati di Jeremy Lamb e Derek Fisher provenienti dalla panchina. Oklahoma incamera la nona vittoria di fila e si conferma al comando della Western Conference. Non bastano a Miami i 18 punti di Chris Bosh e i 15 di Dwyane Wade.

Ancora priva di James Harden, Houston si impone di misura 117-115 sul campo dei Dallas Mavericks. Per i Rockets 26 punti di Chandler Parsons e 21 di Dwight Howard. Non bastano ai Mavs i 38 punti e 17 rimbalzi di Dirk Nowitzki, season high e unico in doppia cifra per i suoi.

In una classica del campionato Nba, i Philadelphia 76ers superano i Boston Celtics 95-94 grazie ad un layup sulla sirena di Evan Turner, autore di 16 punti. Il migliore di Philadelphia è Spencer Hawes con 20 punti, i Sixers vincono così la terza partita nelle ultime 13 giocate. Per i derelitti Celtics, invece, 19° ko nelle ultime 22 partite, non bastano i 24 punti e 17 rimbalzi di Jared Sullinger. Quarta vittoria di fila per i Los Angeles Clippers, che superano i Washington Wizards 110-103 grazie ai 29 punti di Blake Griffin.

Nelle altre gare della notte, vittorie interne dei Toronto Raptors sugli Orlando Magic 98-83 e dei Minnesota Timberwolves conro i New Orleans Pelicans 88-77. Vincono in trasferta, infine, i Phoenix Suns sul campo dei Milwaukee Bucks 126-117, i Charlotte Bobcats contro i Denver Nuggets 101-98 e i Memphis Grizzlies sul parquet dei Sacramento Kings 99-89.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata