Nba, primo ko per gli Spurs: Golden State passa a Portland
Prima sconfitta stagionale per San Antonio che cade 106-91 in casa contro Utah

Prima sconfitta stagionale per San Antonio che cade 106-91 in casa contro Utah. Agli Spurs non basta il solito Leonard da 30 punti e un Aldridge da 21 (gli unici giocatori in doppia cifra) per spuntarla contro i Jazz, avanti fin dalla palla a due e capaci di piazzare l'allungo decisivo nell'ultimo quarto grazie ai canestri di George Hill. Nessuna sorpresa invece in Portland-Golden State: i Warriors scappano nel terzo quarto trascinati dai 23 punti di Steph Curry (che chiuderà a 28). Bene anche Clark (22) e Durant (20) mentre dall'altra parte non bastano ai Trail Blazers i 31 punti di Lillard.

Nelle altre partite disputate nella notte Detroit centra la terza vittoria consecutiva regolando 102-89 New York Knicks. Successo casalingo anche per Indiana che supera i Lakers 115-108 grazie al 'trentello' di Paul George. Memphis cade a Minneapolis contro i Timberwolves. Lavine chiude a 31 punti, e i Grizzlies non riescono a sopperire alle assenze di Conley e Marc Gasol. Orlando la spunta nel finale sul parquet di Philadelphia (103-101). Protagonisti Vucevic e Payton, entrambi in doppia doppia. Serve un supplementare invece a Miami per battere Sacramento (108-96), a cui non sono sufficienti i tre punti di Cousins e di Gy. Il solito Anthony Davis da 35 punti e 15 rimbalzi non basta a New Orleans, ancora a caccia del primo sorriso stagionale, per avere la meglio contro Milwaukee (117-113), in cui spiccano i 24 punti di Antetokounmpo e i 21 punti di Parker. Infine, successo di Cleveland contro Houston (128-120). James sfiora la tripla doppia con 19 punti, 13 rimbalzi e 8 assist coinvolgendo gli ispirati Irving (32 punti) e Love (24 punti). Inutili per i Rockets i 41 punti di Harden.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata