Nba: Lakers senza Bryant sorprendono Golden State, Cleveland ok con Minnesota

Los Angeles (California, Usa), 24 dic. (LaPresse) - Vittoria a sorpresa dei Lakers, privi della stella Kobe Bryant, contro Golden State, la miglior squadra Nba. Ottima prova corale di Los Angeles, con ben 7 uomini in doppia cifra, in cui spiccano i 18 punti e 9 rimbalzi di Boozer. Ai Warriors non bastano invece i 22 punti di Curry ed i 18 di Thompson. Cade ancora invece l'altra squadra di Los Angeles, i Clippers, che perdono 107-104 contro Atlanta. Inutili per la squadra di Doc Rivers i 21 punti di Griffin, che sbaglia il possibile tiro dei supplementari, ed i 19 di Paul. Prosegue così la striscia positiva degli Hawks, trascinati dai 25 punti di Carroll e dai 20 di Horford. Cleveland supera senza problemi Minnesota (125-104) nel giorno del ritorno di Love a Minneapolis. Irving con 29 punti e James con 24 trascinano i Cavaliers, mentre ai Wolves non bastano i 27 punti di Wiggins.

Colpo esterno di Chicago a Washington (99-91). Rose con 25 punti vince il duello personale con Wall, che si ferma a 18. Fondamentale anche l'apporto di Gasol con 18 punti. Successo anche per Indiana su New Orleans (96-84) e di Orlando su Boston (100-95). Denver, priva di Danilo Gallinari, cade sul parquet dei Nets. Johnson con 29 punti e Plumlee con 19 punti mandono in tilt la difesa dei Nuggets, nonostante i 29 punti dl Lawson e i 20 di Faried. Clamoroso successo di Philadelphia in casa di Miami, che si fa recuperare un un vantaggio di 23 punti nel terzo quarto e cede nel finale. Inutili per gli Heat i 23 punti di Wade.

A Milwaukee non bastano invece i 34 punti di Knight per avere la meglio su Charlotte, che vince 108-101 grazie ai 27 punti di Walker e ai 20 di Henderson. Prosegue il buon momento di Phoenix che centra il quarto successo di fila battendo in casa Dallas (124-115). Dragic con 25 punti e Green con 22 punti fanno volare i Suns, nonostante dall'altra parte Chandler e Nowitzki abbiano realizzato 22 punti a testa. Infine, Portland espugna Oklahoma City battendo i Thunder 115-111. Protagonisti assoluti da un lato Westbrook, dall'altro Lillard, che segnano 40 punti per parte. Alla fine a spuntarla sono però i Trail Blazers, che recuperano da uno svantaggio di 13 punti alla fine del terzo quarto e si aggiudicano il match anche grazie al contributo di Aldridge (25 punti) e Matthews (22 punti).

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata