Nba, Kerr esulta: Non potrei essere più felice per i nostri fan

Cleveland (Stati Uniti), 17 giu. (LaPresse/Reuters) - "Non potrei essere più felice per i nostri fan perché ci hanno supportato in ogni circostanza". Il primo pensiero dopo la vittoria del Larry O'Brien Throphy per Steve Kerr, coach dei Golden State Warriors, va ai tifosi, che nella notte americana hanno esultato per la conquista di un titolo che mancava da quarant'anni. E pensare che l'ex guardia dei Bulls a inizio anno stava per accordarsi con i New York Knicks. I Warriors l'hanno aspettato e lui è diventato il primo coach a vincere il titolo all'esordio dal 1982. Kerr ha raccontato così i mesi dei playoff: "Lo sforzo è stato notevole, è stato un periodo di grande stress fisico ed emotivo. E' una sorta di ottovolante, in alcuni giorni di 'calma, non sai se stai per vincere il titolo". "Non posso dire quante cose mi passano in mente ora, non avevo mai davvero realizzato finora che potevamo laurearci campioni", ha detto l'allenatore.

Fonte Reuters - Traduzione LaPresse

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata