Nba, Golden State continua la marcia: Houston ko. San Antonio cade in casa

New York (Usa), 9 nov. (LaPresse) - Continua la marcia di Golden State in Nba. I Warriors superano anche Houston, battuto 98-87 in trasferta e restano l'unica squadra imbattuta nella Lega. I riflettori sono tutti per Curry, mattatore con 34 punti e 10 rimbalzi. Ai Rockets, privi dell'influenzato Howard e dell'infortunato Jones, non bastano Harden (22 punti) e Canaan (21). Tornano al successo i Clippers, che battono Portland 106-102 con il fondamentale contributo di Redick (30 punti) e Paul, autore di 22 punti conditi da 11 assist. Lillard tiene a galla i Blazers realizzando 25 punti, seguito da Aldridge (21 punti e 10 rimbalzi), ma non basta ad arginare la sconfitta.

Serata amara per San Antonio. Gli Spurs, orfani dell'infortunato Belinelli, cadono tra le mura amiche contro New Orleans. I Pelicans si impongono 100-91: a trascinarli, Davis con 27 punti e 11 rimbalzi. Agli Spurs non bastano i 28 punti di Parker. Cade anche Chicago: per i Bulls, sempre privi di Rose, prima sconfitta. Allo United Center, nonostante l'assenza di Rondo, è festa per Boston, nelle cui file si mette in evidenza Olynyk con 18 punti e 11 rimbalzi. Sono sette gli uomini dei Celtics a finire in doppia cifra. A Chicago non sono sufficienti i 26 punti di Brooks e i 19 di Gasol. Tornano invece alla vittoria, dopo due turni, i Miami Heat: battuta Minnesota 102-92. Spiccano le prestazioni di Wade (25 punti e otto assist) e Bosh (24). Con 19 punti e 11 rimbalzi, Pekovic è il miglior realizzatore dei Timberwolves, alla seconda sconfitta consecutiva. Vittoria in rimonta per Atlanta: a farne le spese è New York, che si arrende 103-96. Gli Hawks volano con Korver (27 punti) e Teague (19), ai Knicks, privi dell'infortunato Bargnani, non bastano Anthony (20 punti, di cui 14 nel primo periodo) e Shumpert (14) e si materializza così la quarta sconfitta consecutiva.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata