Nba, Golden State batte San Antonio in rimonta 113-111
Nelle finali di Conference a Ovest tra i texani pesa l'infortunio a Leonard nel terzo quarto

 Inizia con il botto la finale di Conference a Ovest tra Golden State e San Antonio. I Warriors si sono aggiudicati 113-111 una tiratissima gara1 in una partita che ha visto i Warriors sprofondare fino a -25 (all'inizio del terzo quarto) per poi recuperare grazie alla strepitosa prova della coppia Curry-Durant (74 punti in due) e all'uscita per un riacutizzarsi dell'infortunio alla caviglia di Kawhi Leonard (26 punti in 24 minuti), fin lì il migliore degli Spurs.

San Antonio, reduce dalla faticosa serie con Houston, domina nei primi due quarti alla Oracle presentandosi all'intervallo avanti 62-42. La svolta arriva nel terzo quarto. Leonard è costretto ad alzare bandiera bianca dopo uno scontro con Pachulia, dalla parte opposta Curry si 'accende' e con 19 punti nel solo terzo quarto (saranno 40 alla fine) riporta sotto i padroni di casa. Nel finale punto a punto risultata così decisivo un canestro a 9" dalla sirena del playmaker dei Warriors, mentre dall'altra parte trova solo il ferro la tripla della disperazione di Aldridge, miglior realizzatore per San Antonio a fine gara con 28 punti, ben supportato anche da un Ginobili da 17 punti.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata