Nba, Gallinari ok, Belinelli battuto e Bargnani si infortuna

Torino, 12 gen. (LaPresse) - Brutte notizie per uno degli italiani impegnato nel campionato Nba. Nel corso del terzo quarto del match perso dai suoi Toronto Raptors in casa contro i Sacramento Kings per 91-98 Andrea Bargnani è dovuto recarsi negli spogliatoi per quello che, con tutta probabilità, dovrebbe essere uno strappo al polpaccio sinistro. In quel momento la gara era in equilibrio ma, complice l'uscita del romano, i Kings hanno piazzato l'allungo decisivo grazie ai 29 punti di Tyreke Evans, miglior bottino stagionale.

Giornata negativa anche per i New Orleans Hornets di Marco Belinelli, battuti in casa 85-95 dagli scatenati Oklahoma City Thunder del duo Durant-Westbrook, autori rispettivamente di 29 e 22 punti. Per Belinelli dieci punti in 39 minuti di utilizzo con 3 su 10 complessivo al tiro.

Sorridono invece i Denver Nuggets. Trascinata dai 22 punti di Danilo Gallinari la franchigia del Colorado ha sconfitto per 123-115 i New Jersey Nets. Nelle fila dei Nuggets bene anche Afflalo e Brewer, autori di 19 punti a testa. Per i Nets ottima prova di Jordan Farmar con 26 punti.

Seconda sconfitta consecutiva per i Miami Heat. Lebron James e compagno sono caduti per 95-89 dopo un tempo supplementare allo Staples Centre contro i Los Angeles Clippers, esattamente come era successo la sera precedente a Golden State. Monumentale prove di Chris Paul, 27 punti ed 11 assist, e di Blake Griffin, 20 punti e 12 rimbalzi. Per gli Heat 200esima doppia doppia in carriera per Lebron James con 23 punti e 13 rimbalzi. Espulso nel finale coach Eric Spoelstra.

I 40 punti di uno scatenato Kobe Bryant e la stoppata di Andrew Bynum su Al Jefferson a 1.9 secondi dalla fine permettono ai Los Angeles Lakers di espugnare per 90-87 il campo degli Utah Jazz dopo un tempo supplementare. Nei regolamentari Paul Millsap, 29 punti, aveva pareggiato per i Jazz a 21 secondi dal termine successivamente Kobe Bryant aveva fallito il tiro della vittoria sulla sirena.

Un canestro di Dirk Nowitzki a 5.1 secondi dal termine regala ai campioni in carica dei Dallas Mavericks la vittoria per 90-85 sul campo dei Boston Celtics. In precedenza Paul Pierce aveva raggiunto il pareggio per i padroni di casa con un tripla a 25 secondi dal termine.

L'indisponibilità della stella Derrick Rose non frena la corsa dei Bulls. Il merito è di John Lucas III. Il playmaker parte per la prima volta titolare in 70 gare di Nba e mette a segno 25 punti. Per i Bulls si tratta della terza vittoria consecutiva. La squadra di Chicago ad Est e gli Oklahoma City Thunders ad Ovest detengono il miglio record della Lega con 10 vittorie e 2 sconfitte.

Quarta affermazione in fila per i New York Knicks che, grazie sopratuttto ai 27 punti con 9 rimbalzi di Carmelo Anthony, battono 85-79 i Philadelphia 76ers, una delle squadre più in forma. Per i Knicks si tratta della prima volta con un record vincente (6-4) nella stagione.

Quattro tiri liberi nei tempi supplementari di Tony Parker consentono a San Antonio di superare per 101-95 gli Houston Rockets nel derby texano. Bene anche Tim Duncan con 17 punti ed 11 rimbalzi. In casa Rockets 22 punti per Kyle Lowry.

I Pacers battono 96-84 gli Atalanta Hawks ad Indianapolis regalandosi la miglior partenza stagionale (7-3) a partire dal 2005-2006. Grande protagonista di serata Danny Granger con 24 punti. Per Atlanta 16 quelli di Josh Smith.

Grazie ad un'ottima prestazione corale con ben 7 giocatori in doppia cifra gli Orlando Magic superano 107-104 a domicilio i Portland Trailbalzers. Alla franchigia dell'Oregon non bastano i 24 di Crawford ed i 23 di Aldridge per evitare il ko.

Risultati: Toronto-Sacramento 91-98, Indiana-Atlanta 96-84, New York-Philadelphia 85-79, Boston-Dallas 85-90, Chicago-Washington 78-64, New Orleans-Oklahoma City 85-95, San Antonio-Houston 101-95, Denver-New Jersey 123-115, Portland-Orlando 104-107, Los Angeles Clippers-Miami 95-89, Utah-Los Angeles Lakers 87-90.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata