Nba, Gallinari e Denver ancora ko, vittoria per San Antonio ma Belinelli si infortuna

New York (Usa), 6 nov. (LaPresse) - Turno di Nba dolceamaro per gli italiani. Marco Belinelli gioca appena 5 minuti ma festeggia il successo di San Antonio contro Atlanta, Danilo Galinari si arrende con Denver a Sacramento. Gli Spurs si impongono (94-92) a fatica e ringraziano Duncan e Parker, autori di 17 punti a testa. Per Belinelli, un solo punto all'attivo e un infortunio alla fine del primo quarto. Per l'azzurro, contrattura all'adduttore destro: da valutare i tempi di recupero. Carroll, Millsap e Horford chiudono con 17 punti ciascuno per gli Hawks, sempre battuti in casa da San Antonio negli ultimi 17 confronti. I 7 punti in 15 minuti di Gallinari e i 19 di Foye non bastano invece ai Nuggets, travolti (131-109) sul parquet dei Kings, per evitare il terzo ko consecutivo. Sacramento fa festa con i 30 punti (più 11 rimbalzi) di Cousins e i 29 punti di Gay per ottenere la quarta vittoria consecutiva.

Derby mancato, invece, per Andrea Bargnani e Gigi Datome: i due, infortunati, non partecipano al match vinto da New York su Detroit (98-95). Primo successo per i Pistons, trascinati dai 23 punti (con 18 rimbalzi) di Monroe. LeBron James regala il solito spettacolo con 31 punti, Irving ne aggiunge altri 34 ma non sono sufficienti a Cleveland per arginare il ko in casa degli Utah Jazz (102-100). I padroni di casa fanno fruttare i 21 punti siglati a testa da Favors (con 10 rimbalzi) e Hayward. Prosegue la marcia di Golden State, che resta a punteggio pieno battendo i Clippers 121-104. I migliori realizzatori nelle file dei Warriors sono Curry (28 punti e sette assist) e Green (24). Conferma il buon inizio stagionale anche Memphis, che ottiene la quinta vittoria su altrettanti match imponendosi a Phoenix 102-91. Grande protagonista Conley, che chiude con una doppia doppia (21 punti e 11 assist). Ancora meglio fa John Wall, mattatore (31 punti, 10 assist e 6 rimbalzi) nel successo di Washington su Indiana dopo un supplementare (94-96).

Charlotte infrange il 'tabù' Miami, che non batteva da ben 16 incontri. Gli Heat cadono 96-89: in evidenza nelle file degli Hornets Jefferson con 28 punti e 10 rimbalzi, alla franchigia della Florida, al secondo ko consecutivo, non bastano Wade (25 punti) e Bosh (23 punti e 13 rimbalzi). Sorride Toronto, che conquista il quarto successo consecutivo superando Boston 110-107: miglior realizzatore per i Raptors Lowry con 35 punti, Rondo chiude con una tripla doppia (13 punti, 10 rimbalzi e 15 assist) ma non è sufficiente ai Celtics, al terzo ko in quattro partite. Successo esterno per Chicago, che espugna Milwaukee 95-86: spiccano nei Bulls Gibson (23 punti e 10 rimbalzi) e Gasol (22 punti e 14 rimbalzi). 13 punti e sette assist per il rientrante Rose.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata