Nba: Detroit e New York ok, Ginobili trascina San Antonio. Miami batte Indiana

Milwaukee (Wisconsin, Usa), 19 dic. (LaPresse) - New York vince a fatica contro Milkaukee 107-101 dopo due tempi supplementari. Andrea Bargnani contribuisce con 12 punti (3/10 da due e 2/6 da tre) e 10 rimbalzi in 34' di impiego, ma a fare la differenza in favori degli Knicks sono i canestri nel secondo overtime di Carmelo Anthony, ch chiuderà con 29 punti, 9 rimbalzi e 4 assist. Buona prestazione anche di Beno Udrih (21) e J.R. Smith (19). Dall'altra parte Brandon Knight, miglior realizzatore della serata con 36 punti, tiene a galla i Bucks, insieme a Khris Middleton e John Henson, che hanno messo a referto 20 punti a testa. Uno splendido Manu Ginobili interrompe invece la striscia positiva di cinque vittorie di Phoenix, che cadono in casa contro San Antonio 108-101. Il veterano argentino realizza 24 punti mettendo da solo in ginocchio la difesa dei Suns con cinque punti consecutivi e quattro liberi nell'ultimo quarto. Marco Belinelli parte in quintetto base ma si ferma a 7 punti (3/9 dal campo, 1/2 da tre), con 5 rimbalzi e 3 assist. Tim Duncan va in doppia doppia con 17 punti e 13 rimbalzi, Kawhi Leonard contribuisce con 14 punti. Per Phoenix, che offre una buona prestazione collettiva con 5 giocatori in doppia cifra, Channing Frye è il miglior realizzatore.

Sorride anche Detroit, che batte Boston di misura (106-107) in una partita tiratissima fino ai secondi finali, che ancora una volta non ha visto tra i protagonisti Gigi Datome, rimasto in panchina. Brandon Jennings con 28 punti e 14 rimbalzi prende per mano i Pistons, ben supportati anche dai 20 punti di Josh Smith. Inutili per i Celtics i 19 punti di Jared Sullinger e i 17 di Jordan Crawford. Nelle altre gare della notte, Portland viene sconfitta da Minnesota (120-109), sotto i colpi di Kevin Love con 29 punti, 15 rimbalzi e 9 assist e di Kevin Martin con 22 punti. Non bastano ai Trail Blazers i 36 punti di Damian Lillard e i 20 di Nicolas Batum, oltre che la doppia doppia di LaMarcus Aldridge (15 punti e 14 rimbalzi). Cade anche Indiana nella supersfida con Miami, probabile anticipo di una finale di conference. I Pacers, a +7 a tre minuti dalla fine, si sono fatti rimontare perdendo 94-97 e subendo la seconda sconfitta consecutiva. Dwyane Wade con 32 punti è il miglior realizzatore, e insieme ai 24 di LeBron James (con 9 rimbalzi e 7 assist), piega le resistenze di Indiana, a cui non bastano i 25 punti di Paul George e i 23 di David West.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata