Nba, Bryant da urlo fa volare i Lakers. Miami e Bargnani ko

Los Angeles (California, Usa), 11 gen. (LaPresse) - Grazie ai 48 punti di uno scatenato Kobe Bryant i Los Angeles Lakers hanno battuto per 99-81 i Phoenix Suns. Si tratta della prima prestazione da oltre 40 punti di un singolo giocatore da inizio stagione. Bryant ha chiuso con 18 su 31 dal campo e 12 su 13 ai tiri liberi. Bene anche Pau Gasol autore di 16 punti con 12 rimbalzi. Per Phoenix inutili l 17 punti di Channing Frye.

Il ritorno in campo di Dwayne Wade non basta a Miami per espugnare il campo dei Golden State Warriors. La franchigia della California si impone per 111-106 dopo un tempo supplementare. Wade ha messo a segno 34 punti ma ha sbagliato alcune conclusioni cruciali nelle fasi decisiva della sfida. LeBron James invece ha chiuso con 26 punti 11 assist e 7 rimbalzi. Per Golden State grande protagonista di giornata Dorell Wright autore di 20 punti. Grazie a questa vittoria la squadra di coach Marc Jackson spezza una serie di cinque ko consecutivi.

Serata da dimenticare per Andrea Bargnani ed i Toronto Raptors. Il romano mette a segno 22 punti ma la squadra canadese esce sconfitta per 93-78 sul campo dei Washington Wizards, alla prima vittoria stagionale dopo otto sconfitte. Per i padroni di casa ottima prova della coppia formata da Rashard Lewis e Nick Young con 15 punti a testa.

Uno scatenato Derrick Rose, 31 punti ed 11 rimbalzi, trascina i Chicago Bulls alla vittoria per 111-100 sul terreno dei Minnesota Timberwolves. Ottimo anche l'apporto di Luol Deng con 21 punti ed 11 rimbalzi. In casa Minnesota 13 punti e 12 assist per la giovane stella spagnola Ricky Rubio.

Per la prima volta in stagione i campioni in carica dei Dallas Mavericks raggiungono la parità nel proprio record con 5 vittorie ed altrettante sconfitte violando 100-86 il campo dei Detroit Pistons. Per Dirk Nowitzki 18 punti, 14 quelli di Shawn Marion.

La miglior prestazione stagionale di Elton Brand, 21 punti e 10 rimbalzi, consente ai Philadelphia 76ers di superare con un netto 112-85 i Sacramento Kings. I Sixers sono ora in vetta all'Atlantic Division con 7 vittorie e 2 sconfitte, la miglior partenza dal 10-0 del 2000-2001 quando giunsero fino alla finale Nba con Allen Iverson.

Il 'duo delle meraviglie' degli Oklahoma City Thunders continua a fare faville. Russel Westbrook mette a segno 30 punti, Kevin Durant lo segue con 22 ed 11 rimbalzi e la squadra di coach Brooks espugna il campo dei Memphis Grizzlies per 100-95 confermando il suo ottimo momento di forma con nove vittorie e due sole sconfitte. Per i Grizzlies 20 punti e 14 rimbalzi di Marc Gasol.

A Milwaukee i 34 punti di Stephen Jackson, alla miglior prestazione stagionale, permettono ai Bucks di superare per 106-103 i San Antonio Spurs. Milwaukee oltre alla vittoria può festeggiare anche il ritorno in campo di Andrew Bogut, 14 punti ed 11 rimbalzi. Il centro era dovuto tornare nella sua Australia a causa di problemi familiari saltando 4 partite. San Antonio fino ad ora ha perso tutte e 4 le gare giocate in trasferta mentre ha vinto le 6 in casa.

Una tripla di Gerald Wallace, autore di 20 punti, a due minuti dal termine spezza l'equilibrio e, nonostante il tentativo di rimonta finale, consente a Portland di battere i Los Angeles Clippers per 105-97. La franchigia dell'Oregon è ancora imbattuta fra le mura amiche.

Uno scatenato Al Jefferson trascina glu Utah Jazz alla vittoria sui Cleveland Cavs. L'ala mette a segno 30 punti consentendo ai Jazz di mantenere inviolato il parquet di Salt Lake City. Per Cleveland 22 punti di Antawn Jamison.

Il rookie di Houston Chandler Parsons è il grande protagonista della vittoria 82-70 degli Houston Rockets sugli Charlotte Bobcats. Parsons mette a segno 20 punti. Decisivo per i texani il parziale piazzato nel terzo quarto.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata