Nba, Belinelli super: 28 punti e S. Antonio sbanca Oakland. Oklahoma doma Chicago

Oakland (California, Usa), 20 dic. (LaPresse) - Un grande Marco Belinelli trascina i San Antonio Spurs alla vittoria 104-102 contro la sua ex squadra, i Golden State Warriors. In assenza delle tre super star Tony Parker, Manu Ginobili e Tim Duncan, l'azzurro è l'autentico protagonista della serata. Belinelli gioca 28 minuti partendo dalla panchina e chiude con 28 punti, con 10/16 al tiro, 4/8 da tre punti, 2 rimbalzi e 1 assist. Partita equilibrata e risolta da un tap-in vincente del centro brasiliano Tiago Splitter a 2.1 secondi dalla sirena, dopo che Stephen Curry con un canestro da tre punti aveva riportato le squadre sulla parità. Seconda vittoria di fila per gli Spurs senza i suoi big three, la franchigia texana si conferma terza forza ad Ovest (21-5) alle spalle di Oklahoma e Portland. Terzo ko nelle ultime quattro gare per i Warriors, a cui non bastano i 32 punti e 14 rimbalzi di David Lee e i 30 con 15 assist di Curry. Per San Antonio, bene anche Kawhi Leonard con 21 punti e 10 rimbalzi.

Nell'unica altra partita della notte, gli Oklahoma City Thunder superano in casa i Chicago Bulls per 107-95. Per la franchigia con il miglior record dell'intera lega (21-5), solita grande prestazione di Kevin Durant autore di 32 punti con un clamoroso 4/5 da tre punti e 9 rimbalzi. Russell Westbrook, l'altra superstar dei Thunder, chiude con 20 punti e 10 assist in quella che è la 13/a vittoria in fila senza sconfitte in casa. Oklahoma è l'unica squadra di tutta la Nba ad essere ancora imbattuta tra le mura amiche. Non bastano i 23 punti con 12 rimbalzi di Joakim Noah ai Chicago Bulls (9-16), che subiscono così la quarta sconfitta consecutiva. I Tori dell'Illinois hanno giocato senza ben quattro titolari infortunati, Kirk Hinrich, Luol Deng, Jimmy Butler oltre ovviamente al lungodegente Derrick Rose.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata