Nba, Belinelli e New Orleans ko. Male anche New York e Chicago

Torino, 16 gen. (LaPresse) - Continua il momento buio dei New Orleans Hornets di Marco Belinelli. La franchigia della Louisiana, ancora priva della stella Eric Gordon, è stata sconfitta in casa per 84-77 dai Portland Trailblazers. Per l'azzurro una gara da dimenticare: solo 2 punti in 20 minuti di utilizzo con 1 su 8 al tiro.

L'assenza di Derrick Rose, problema all'alluce risulta fatale ai Chicago Bulls che cadono 102-88 sul campo dei Memphis Grizzlies trascinata dai 24 punti di Rudy Gay.

Giornata negativa pure per i New York Knicks. La squadra di Mike D'Antoni viene battuta per 102-93 al Madison Squadre Garden dagli Orlando Magic. Alla formazione della 'Grande Mela' non bastano i 33 punti di Carmelo Anthony perchè gli ospiti sono letali nel tiro da 3 con Ryan Anderson (7/13 per 30 punti) ed il duo Redick-Turkoglu, autori di 21 e 15 punti.

Prosegue invece il momento d'oro dei Philadelphia 76ers, alla nona vittoria nelle ultime 11 gare. Nella vittoria per 94-82 contro i Milwaukee Bucks il miglior è Holiday con 24 punti. Nelle altre gare vittorie esterne di Houston per 114-106 sul campo di Washington, nonostante i 38 punti di John Wall per la squadra della capitale, e quella di Cleveland per 102-94 sul campo degli Charlotte Bobcats.

Kobe Bryant ferma a 4 la sua striscia di gare con almeno 40 punti segnati ma i Los Angeles Lakers riescono comunque a battere i campioni in carica dei Dallas Mavericks per 73-70. Decisiva una tripla di Derek Fisher a 3-1 secondi dalla fine mentre Vince Carter ha fallito sulla sirena il tiro che avrebbe regalato il pareggio ai Mavs.

L'assenza dell'infortunato Chris Paul non ferma i Los Angeles Clippers. Blake Griffin segna 23 punti con 14 rimbalzi e la formazione della Callifronia supera 101-91 i New Jersey Nets. Decisivo un canestro da tre di Billups a 1'09" dal termine.

Tutto facile per gli Atlanta Hawks contro i Toronto Raptors privi di Andrea Bargnani. I 28 punti con 15 rimbalzi di Josh Smith ed i 27 di Joe Johnson sono sufficienti per regolare i canadesi 93-84. Inutili per Toronto i 22 di Leandro Barbosa.

Un fantastico Russell Westbrook, 26 punti ed un paio di triple decisive nel finale, aiuta gli Oklahoma City Thunders a superare 97-88 a domicilio i Boston Celtics. Bene anche Kevin Durant, 28 punti, e Thabo Sefolosha che mette a segno 12 dei suoi 19 punti nel quarto periodo. Per i Celtics 24 punti di Paul Pierce.

La grande prova di Kevin Love, 33 punti ed 11 rimbalzi, consente ai Minnesota Timberwolves, privi di JJ Barea per una distorsione alla caviglia, di superare 99-86 i Sacramento Kings. Ricky Rubio chiude con nove punti, otto assist ed altrettanti rimbalzi.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata