Nba, Belinelli cade ad Oklahoma. Lin non basta ai Knicks

Torino, 21 feb. (LaPresse) - Stavolta la 'Linsanity' non basta ai Knicks. Il play di origini cinesi, nuova stella del firmamento Nba, firma 21 punti con 9 assist e 7 rimbalzi ma New York viene sconfitta al Madison Square Garden da New Jersey 92-100. Proprio contro i Nets era iniziata la favola di Lin, circa due settimane fa. Top scorer del match Deron Williams con 38 punti. Nelle file dei Knicks solo 11 per Carmelo Anthony, al ritorno dopo l'infortunio all'inguine ed ancora lontano dalla forma migliore. Sofferta vittoria per Chicago, che supera Atlanta 90-79 con il contributo decisivo di Derrick Rose, al rientro dopo i problemi alla schiena, autore di 23 punti con 6 assist e 5 rimbalzi. Per i Bulls ci sono anche i 16 punti di Carlos Boozer e i 13 di Ronnie Brewer. Sugli scudi anche Joakim Noah, con 16 rimbalzi. Agli Hawks non bastano i 19 punti di Jannero Pargo e i 17 di Josh Smith.

L'unico azzurro in campo nella notte Nba è Marco Belinelli che si arrende sul parquet di Oklahoma 101-93. Tra le file dei Thunder, alla decima vittoria casalinga consecutiva, protagonista il duo Kevin Durant-Russell Westbrook, autori entrambi di 31 punti. E' di 18 invece il bottino di Jarrett Jack negli Hornets, mentre Belinelli, in campo 22 minuti, chiude con 10.

Sembra ormai tornato ai livelli della scorsa stagione Dirk Nowitzki, protagonista del sofferto 103-101 con cui Dallas piega Boston. Il tedesco chiude con 26 punti e 16 rimbalzi e diventa il 20° realizzatore di tutti i tempi nella lega. Ai Celtics non bastano i 20 punti di Paul Pierce ma decisive sono anche le tante assenze: Rondo, Garnett, Bass cui si aggiungono le uscite per infortunio di O'Neal e Wilcox nel terzo trimestre. Notte dolceamara per Los Angeles. I Clippers cadono 104-97 sul campo di Golden State, che si impone cpn l'apporto decisivo di un grande Monta Ellis (32 punti) e di David Lee (24). Ai Clippers non sono sufficienti i 24 punti di Chris Paul e i 22 di Mo Williams.

Sorridono invece i Lakers che piegano Portland 103-92 ringraziando il solito Kobe Bryant (28 punti). E' sempre Tony Parker il trascinatore degli Spurs, che si confermano la formazione più in forma del momento. Il francese firma 23 punti nel 106-102 con cui San Antonio espugna il parquet di Utah conquistando l'undicesimo successo consecutivo. Bene anche Tim Duncan con 20, miglior realizzatore dei Jazz è Al Jefferson con 16 punti. Denver deve aspettare invece l'over time per avere ragione di Minnesota, battuto 103-101. Per il successo dei Nuggets, sempre privi dell'infortunato Danilo Gallinari, decisivo Al Harrington che chiude a 31 punti e firma la tripla che permette ai locali di andare al supplementare. Per i Timberwolves si segnalano i 22 punti con 13 rimbalzi di Kevin Love. Successi interni di Houston contro Memphis (97-93) e di Phoenix (104-88 su Washington), mentre Orlando passa a Milwaukee 93-90.

I risultati degli incontri disputati nella notte Nba: Chicago-Atlanta 90-79, New York-New Jersey 92-100, Dallas-Boston 89-73, Houston-Memphis 97-93, Milwaukee-Orlando 90-93, Oklahoma-New Orleans 101-93, Denver-Minnesota 103-101, Phoenix-Washington 104-88, Utah-San Antonio 102-106, Golden State-Los Angeles Clippers 104-97, Los Angeles Lakers-Portland 103-92.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata