Nba, Bargnani si fa male e Toronto perde. Ok Miami e S. Antonio

Portland (Oregon, Usa), 11 dic. (LaPresse) - Ancora guai per i Toronto Raptors e per Andrea Bargnani. La franchigia canadese perde nettamente 92-74 in casa dei Portland Trail Blazers, con il Mago costretto a lasciare il campo dopo soli 8 minuti di gioco per un infortunio al gomito destro. Bargnani si è fatto male in avvio di partita nel tentativo di effettuare una schiacciata, per lui fino a quel momento 2 punti e 2 rimbalzi. Fuori causa nel corso del match anche la guardia Kyle Lowry per un problema alla spalla. Come se non bastasse, i Raptors nel corso del match perdono Amir Johnson espulso dal campo nel secondo tempo per aver lanciato il paradenti verso un arbitro. I Blazers approfittano del disastroso momento di Toronto e portano a casa la vittoria grazie ai 30 punti e 12 rimbalzi di LaMarcus Aldridge e ai 16 con 11 rimbalzi di J.J. Hickson. Non bastano ai Raptors i 20 punti di DeMar DeRozan. Per i canadesi è la diciottesima sconfitta su 22 partite totali.

Grazie ai 27 punti del solito LeBron James e ai 26 di Dwyane Wade, i Miami Heat superano gli Atlanta Hawks 101-92. I campioni del Mondo si confermano micidiali in casa, con 10 vittorie in 11 partite. Per Miami anche 14 punti e 10 rimbalzi di Chris Bosh, mentre per Atlanta da segnalare i 22 punti di Josh Smith e i 20 punti e 11 rimbalzi di Al Horford. Nel big match della notte, i San Antonio Spurs superano gli Houston Rockets 134-126 dopo un supplementare. Derby texano deciso dai sette canestri da tre punti infilati da Gary Neal per San Antonio, autore alla fine di 29 punti. Sempre per gli Spurs, Tony Parker mette a segno una tripla doppia con 27 punti, 12 rimbalzi e 12 assist. Non bastano ai Rockets i 38 punti di Jeremy Lin, mentre era assente James Harden per un problema alla caviglia destra. Per Houston è il secondo ko di fila dal ritorno in panchina di coach Kevin McHale dopo la morte della figlia.

Il nativo di Charlotte Stephen Curry realizza 27 punti e serve 7 assist nella vittoria dei Golden State Warriors in casa proprio dei Bobcats. Per i californiani anche 25 punti e 11 rimbalzi di David Lee, non bastano a Charlotte i 24 punti di Kemba Walkers. A Dallas, O.J. Mayo segna 19 punti nella vittoria dei Mavericks 119-96 sui Sacramento Kings. Nonostante una caviglia in disordine, il centro dei Mavs Chris Kaman firma 18 punti nel solo primo tempo. Inutili per i Kings i 25 punti di DeMarcus Cousins e Francisco Garcia, micidiale quest'ultimo con 7/12 da tre punti. A Philadelphia, infine, Evan Turner con 18 punti e 11 rimbalzi trascina i 76ers alla vittoria 104-97 sui Detroit Pistons. Per i padroni di casa anche 25 punti di Jrue Holiday. Per i Pistons, 19 punti di Rodney Stuckey e 16 del veterano Tayshaun Prince.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata