Nazionale: da Serie A via libera a stage, ma chi fa le coppe può dire no

Milano, 19 dic. (LaPresse)- I presidenti dei club di Serie A hanno trovato l'accordo sugli stage chiesti dal ct della Nazionale Antonio Conte per rendere più fluido il gioco degli azzurri. "La soluzione praticabile è quella la settimana tra il 9 e l'11 febbraio - ha spiegato il presidente Maurizio Beretta - Si prende atto di questa richiesta del commissario tecnico Conte, sicuramente parteciperanno le squadre non impegnate nelle competizioni europee, mentre quelle impegnate nelle competizioni europee saranno libere di valutare al momento". Si tratta tuttavia di una decisione informale, però, perché oggi in via Rosellini a Milano non si è tenuta la riunione del Consiglio di Lega perché, per problemi di orari, non è stato possibile raggiungere il numero legale. Anche sul calendario, nel corso delle nove ore di riunione, non sono state prese decisioni. La scelta, ha chiarito Beretta, "è una prerogativa del Consiglio che convocheremo a gennaio".

"Siamo pronti - ha aggiunto Beretta scherzando con i giornalisti - e da qui al prossimo Consiglio di Lega raccogliamo tutte le proposte. Sono stati fatti tutti i possibili ragionamenti e gli incastri perché c'è un dato di complessità da risolvere". Approvati invece dall'assemblea il bilancio consuntivo per il 2014 e preventivo per il 2015 e l'assegnazione dei diritti tv 2015-2018 che restavano ancora da distribuire. La Rai trasmetterà gli highlights, a Telecom sono andati i diritti per la telefonia mobile, mentre radio e pacchetto C andranno in trattativa privata.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata