Nazionale, Conte: Non era semplice vincere, fatte cose importanti in 9 giorni

Oslo (Norvegia), 9 set. (LaPresse) - "Non era semplice, era da tantissimo tempo che non vincevamo in Norvegia. Sono sempre partite particolari, erano i primi tre punti, in nove giorni siamo riusciti a fare cose importanti con questi ragazzi". E' soddisfatto il ct della nazionale italiana Antonio Conte dopo la vittoria ottenuta sulla Norvegia per 2-0 nella prima partita di qualificazione per gli Europei del 2016. "Ora dobbiamo migliorare, continuare a conoscerci e progredire dal punto di vista del gioco - ha aggiunto il ct degli azzurri ai microfoni Rai - In sofferenza in avvio ripresa? Io non mi ricordo di Buffon che si è sporcato i guanti, mentre ricordo nostre occasioni in cui avremmo potuto arrotondare il siuccesso. Non sarà facile per nessuno venire a giocare qui, noi siamo stati bravi e sono molto contento". Parlando dei progressi fatti, Conte ha evidenziato come ci sia "voglia di questi ragazzi di applicare un'idea di calcio, alcune volte ci siamo riusciti, altre meno, bisogna migliorare nel palleggio ma mi è piaciuta l'applicazione e la voglia di giocare da dietro, attaccando alle spalle dei difensori - ha sottolineato - Ci sono margini di miglioramento? Devono esserci per forza, stiamo lavorando solo da nove giorni, a livello tattico penso si siano viste situazioni importanti che ci hanno portato al gol e a sfiorarne altri, sicuramente si deve migliorare ma sono contento della disponibilità data". Rispetto alla Coppa del Mondo ci sono molti elementi nuovi. "Oggi c'erano sette novità rispetto al Mondiale - ha ammesso - Diversi ragazzi di 23-24 anni, bisogna crederci e guardare il campo, chi merita gioca", ha concluso Conte.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata