Nazionale, Conte: Mancati cattiveria e cinismo, ma l'Italia ha carattere

Palermo, 10 ott. (LaPresse) - "Se oggi devo trovare un difetto alla nostra squadra è sicuramente la mancanza di cattiveria e di cinismo sotto rete". Così il ct dell'Italia, Antonio Conte, in conferenza stampa, a Palermo, dopo il 2-1 sull'Azerbaigian. Il pensiero va al momentaneo 1-1 dell'Azerbaigian, che ha fatto temere per il risultato finale: "Abbiamo avuto diverse occasioni per chiudere la contesa - aggiunge il ct - e ciò che è accaduto ci deve servire da esperienza". Per Conte comunque "questa è una squadra che ha carattere e i giusti attributi. Oggi l'Italia ha suscitato delle emozioni e per questo sono contento - conclude -. Per avere una vittoria larga bisognava essere più cinici".

Da Conte, poi, parole d'elogio per Sebastian Giovinco, che subito dopo il suo ingresso nel match contro l'Azerbaigian ha innescato Giorgio Chiellini per il 2-1 finale: "Sebastian è uno dei pochi in Italia che riesce a saltare l'uomo e a cambiare ritmo". Poi, un ringraziamento "alla gente di Palermo che ha riempito lo stadio - conclude - e ci ha sostenuto dall'inizio alla fine".

"Noi viviamo lo sport e cerchiamo di regalare due ore di 'libertà di pensiero' a persone che stanno rivivendo un dramma già accaduto in passato. Siamo molto vicini alla popolazione ligure e qualsiasi cosa possiamo fare per loro siamo disposti a farlo", ha detto ancora il ct esprimendo la sua solidarietà alla popolazione della Liguria che sta vivendo il dramma dell'alluvione.

"Ho poco da rimproverare ai ragazzi a parte non essere stati più cattivi sotto porta. Hanno pareggiato senza mai tirare in porta, abbiamo avuto una buona reazione: siamo una squadra che ha gli attributi", ha detto Conte ai microfoni di RaiSport dopo la vittoria degli azzurri sull'Azerbaigian. "Loro hanno marcato a uomo tutti gli effettivi, se entrava la palla di Marchisio all'inizio la partita cambiava. Loro erano venuti qui per non farci giocare sperando in qualche palla inattiva e gli stava andando bene. Abbiamo fatto la partita e credo la vittoria sia giusta, fose meritavamo anche un risultato più largo", ha aggiunto il tecnico azzurro.

Conte ha poi spiegato l'inserimento di Sebastian Giovinco nel finale: "Giovinco doveva entrare al posto di Zaza, poi c'è stato quel gol inaspettato. Sono le tipiche partite beffa dove crei tanto, loro si difendono e alla prima occasione ti fanno gol. Abbiamo sprecato troppo davanti". Infine Conte giudica comunque positivo la prestazione di Zaza e Immobile: "Penso abbiano fatto una buona partita, hanno avuto tante occasioni per fare gol e a volte si può essere più fortunati, ma sono contento".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata