Nazionale, Conte ai tecnici delle giovanili: Torniamo a trasmettere la cultura del lavoro

Roma, 28 gen. (LaPresse) - Un confronto a 360 gradi con il mondo del calcio giovanile italiano, un dialogo costruttivo per contribuire alla crescita dei talenti del domani e per tornare a trasmettere ai ragazzi la cultura del lavoro: alla presenza di tutti i tecnici del Club Italia, Antonio Conte ha incontrato oggi a Coverciano gli allenatori delle squadre Primavera e Allievi dei club di Serie A e B e i responsabili tecnici delle selezioni della Lega Pro e della Lega Nazionale Dilettanti. La riunione ha fatto seguito a quelle tenute nei giorni scorsi con i colleghi della Serie A e della Serie B, a conferma di come la Federazione voglia rapportarsi a tutte le realtà del calcio italiano per favorire lo sviluppo del sistema.

Dopo i saluti del presidente del Settore Giovanile e Scolastico della Figc Vito Roberto Tisci, del presidente del Settore Tecnico Gianni Rivera e del numero uno dell'Associazione Italiana Allenatori (Aiac) Renzo Ulivieri, il vicecoordinatore delle Nazionali giovanili Maurizio Viscidi ha illustrato alla platea l'organizzazione del Club Italia e le attività delle Nazionali. Conte si è poi soffermato sulla necessità di trasmettere ai ragazzi l'importanza della cultura del lavoro, insistendo sull'adattamento alla fatica già nelle categorie Allievi e Primavera per poter avere giocatori formati anche fisicamente e pronti per la prima squadra. Fondamentale quindi aumentare la qualità e la quantità del lavoro, ma anche tenere in considerazione l'alimentazione dei giovani calciatori. Nel pomeriggio spazio poi alla pratica, con gli Azzurrini della Nazionale Under 15 a disposizione del Ct per alcune esercitazioni sul campo volte a migliorare la tecnica nelle fasi dinamiche di gioco, a simulare situazioni di uno contro uno e a sottoporre i giocatori al lavoro ad alta intensità.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata