Nazionale, Abate: A Malta con voglia giusta.Balotelli più responsabile

Coverciano (Fi), 25 mar. (LaPresse) - "Troveremo dieci uomini dietro la palla. Sta a noi partire col piuglio giusto e con la voglia giusta". Così Ignazio Abate alla vigilia del match della Nazionale a Malta, valido per le qualificazioni ai Mondiali 2014. "Il vento? Ce ne ha parlato anche Prandelli, ma noi siamo pronti a tutto. Questa squadra è capace di stupire e di far bene. Io sto meglio, era solo un affaticamento muscolare - prosegue il terzino rossonero - per questo abbiamo deciso di riposare contro il Brasile". Sulla concorrenza con Maggio per un posto da titolare, Abate dichiara: "Siamo molto simili, lui è abituato a giocare in una difesa a 3, io in una difesa a 4, ma Maggio sta facendo bene anche a 4 e anch'io posso giocare in una difesa a 3. Che ci sia questa concorrenza è un bene per la Nazionale".

Per Abate anche tante domande sul Milan, a partire dal blocco rossonero in Azzurro: "Insieme al blocco-Juve, che è capolista, noi portiamo tanto entusiasmo. Puntiamo al secondo posto, siamo giovani, meno che io e Montolivo, e questo è un bene per la Nazionale". Capitolo Balotelli. "Lo vedo molto sereno, è normale che adesso sia un po' più responsabile - dichiara Abate - ha voglia di imporsi, a Milano gli vogliono tutti bene, spero che possa rimanere a lungo con noi. Lavorare in una famiglia come quella di Milanello aiuta molto, devi pensare solo a giocare. E poi ha coronato il suo sogno di indossare la maglia che ama".

Passando al campionato, c'è la lotta con il Napoli per il secondo posto: "Loro erano partiti benissimo, poi hanno avuto un calo fisiologico, mentre noi siamo partiti male e adesso abbiamo un grande entusiasmo, cerchiamo l'impresa. Comunque, oltre al Napoli ci sono varie squadre in corsa per la Champions, noi abbiamo un calendario difficilissimo, a cominciare dalla trasferta di Verona. De Sciglio è un ragazzo tranquillo, semplice, ha equilibrio, sente poco la pressione e questa è una dote importante alla sua età".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata