Napoli super, Inter ko 3-0 a S. Siro

Milano (Italia), 1 ott. (LaPresse) - E' un Napoli da scudetto. Gli azzurri si impongono per 3-0 in casa dell'Inter senza Cavani e dopo i tre schiaffi al Milan, ne rifilano altrettanti ai cugini nerazzurri. Vittoria tra le polemiche, con il gol del vantaggio di Campagnaro da annullare e scaturito da un rigore dubbio. E' il 43' quando Obi stende Maggio al limite, per Rocchi è rigore ma il fallo è fuori area. Già ammonito il centrocampista nerazzurro viene espulso. Dai dischetto Hamsik si fa parare il tiro da Julio Cesar, ma Campagnaro è lesto a ribadire in rete. Il difensore argentino era però già entrato in area al momento del tiro dello slovacco. Nell'intervallo grande nervosismo in casa nerazzurra, con Ranieri che viene a sua volta espulso. Nella ripresa non c'è partita, i ragazzi di Mazzarri controllano e affondano i colpi prima con Maggio all'11' che sfrutta un errore di Nagatomo e Julio Cesar, poi con Hamsik su assist di uno scatenato Lavezzi.

Dopo 17 anni e 8 sconfitte di fila il Napoli vince a San Siro contro l'Inter per la gioia dei 6mila tifosi azzurri presenti sugli spalti. Aldilà delle polemiche arbitrali, il Napoli ha meritato la vittoria giocando una partita ai limiti della perfezione. La squadra di Mazzarri ha denotato una personalità da grande, comandando il gioco a centrocampo e punendo con cinismo tutti gli errori difensivi dei nerazzurri. Campagnaro è ormai un difensore di livello internazionale, Maggio si conferma uno degli esterni più forti del campionato e Hamsik e Lavezzi due campioni che poche squadre possono vantare. L'Inter di Ranieri, troppo presto esaltata dopo le vittorie conseguite a Bologna e Mosca, torna sulla terra e deve interrogarsi su un Forlan ancora lontano parente del bomber visto al Mondiale 2010. Senza Sneijder la luce fatica ad accendersi, Alvarez è ancora acerbo e non è bastato il rientro di Maicon sulla fascia. Il campionato, comunque, è ancora lungo ed entrambe le squadre saranno sicuramente protagoniste.

"Rocchi è stato inadeguato, non è stato all'altezza e ha rovinato una bellissima partita". Non usa mezzi termini Ranieri per commentare l'arbitraggio. "Noi bene nel primo tempo, sapevamo che il Napoli sarebbe stato dietro per poi ripartire, ma l'arbitro ha rovinato tutto. Peccato, perchè questi ragazzi hanno dato tutto e non meritavano di essere castigati così", ha detto. Poi Ranieri analizza gli errori di Rocchi: "Obi non andava ammonito nel primo tempo e non c'era il rigore. Ho l'esperienza per capire se l'arbitro ha in mano la partita o no, oggi non l'aveva. Ha sbagliato tutto".

"Grazie ai miei giocatori che mi hanno fatto il più bel regalo possibile. Sono stati eccezionali", ha detto invece Mazzarri nel giorno del suo compleanno. "Gli episodi arbitrali fanno parte del gioco, l'anno scorso abbiamo perso con il Milan con un rigore che non c'era e che contro la Fiorentina c'era un rigore per noi e non abbiamo detto nulla", ha detto il tecnico toscano. Per Mazzarri "la vittoria dal punto di vista del gioco è limpida. Abbiamo fatto una grande partita, poi se gli episodi sono stati dalla nostra parte, ripeto, fa parte del gioco".

INTER - NAPOLI 0-3

Rete: 43' pt Campagnaro, 11' st Maggio, 30' st Hamsik

Inter: Julio Cesar, Maicon, Lucio, Samuel, Chivu (43' pt Nagatomo), Zanetti, Cambiasso, Obi, Alvarez (15' st Stankovic), Forlan (22' st Zarate), Pazzini. Allenatore: Ranieri.

Napoli: De Sanctis; Campagnaro, Cannavaro, Aronica (41' st Fernandez), Maggio, Inler, Gargano, Zuniga, Hamsik, Lavezzi (33' st Chavez), Pandev (6' st Mascara). Allenatore: Mazzarri.

Arbitro: Rocchi di Firenze.

Note: espulso per doppia ammonizione Obi al 43' pt. Nell'intervallo espulso l'allenatore dell'Inter, Ranieri, per proteste.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata