Napoli, Mazzarri: Champions diretta è come uno scudetto

Pescara, 27 apr. (LaPresse) - "Il futuro? Arriviamo alla fine dell'anno e centriamo la Champions diretta che è come vincere uno scudetto e poi ne parliamo". Così Walter Mazzarri ai microfoni di Sky Sport dopo la vittoria del Napoli in casa del Pescara, per il capitolo rinnovo c'è ancora tempo. Analizzando la partita contro il Pescara, il tecnico azzurro spiega: "Queste gare bisogna sbloccarle, questo è il difficile. E' stato bravo Pelizzoli nel priomo tempo, noi avevamo un pò di ansia. I ragazzi erano nervosi e in questi casi il rischio di prendere gol c'è. Abbiamo anche rischiato, poi dopo il gol è andata in disceasa la partita". Napoli capace di vincere anche senza Cavani: "Ma io so cosa può dare la squadra, hanno tutti il canovaccio in testa. Cavano è il bomber, è più cattivo davanti alla porta e forse con lui si faceva gol prima. Per il gicoo della squadra, però, ero sicuro che potevamo fare una buona gara, l'importante era avere la concentrazione e la cattiveria necessaria".

Un Napoli che è stato a lungo in corsa anche per lo scudetto con la Juventus. "Abbiamo avuto una breve flessione, ma ora ci siamo ripresi. Ricordo che rispetto all'anno scorso anche la Juve quest'anno sta facendo qualcosa di straordinario, con tanti punti in più. Per noi fare meglio non era facile, per il futuro si vedrà". Mazzarri comunque è soddisfatto della sua squadra: "Da quando ci sono io è cresciuta in maniera esponenziale, l'anno scorso con la Champions League mancava l'esperienza che magari ci sarà l'anno prossimo. La Juve ha gente come Buffon e Pirlo che sono da sempre abituati a lottare per il vertice e noi non li abbiamo. Forse questo è successo a l'anno prossimo". Infine Mazzarri bacchetta Dzemaili per l'essersi rialzato in modo 'furbo' dopo aver fatto credere di essersi infortunato. "Stavo per entrare in campo io...- scherza Mazzarri - Dzemaili è un talento ma non si deve rischiare di restare in dieci per certe cose. Era importante non prendere gol, perchè anche la differenza reti è fondamentale".

"Bravi ragazzi! Una grande squadra non si accontenta mai! E bravi Inler, Dzema e Pandev. Ma i complimenti sono per tutti". Così il presidente Aurelio De Laurentiis commenta su Twitter la vittoria del Napoli in casa del Pescara.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata