Napoli, Cavani: Voglio entrare nella storia e battere record Maradona

Napoli, 21 set. (LaPresse) - "Abbiamo cominciato molto bene la stagione, ma dobbiamo continuare così. Ieri non ero in campo, ma ho avvertito ugualmente la tensione del match. Mi piacerebbe giocare sempre, ma bisogna rispettare le scelte tecniche: ho visto tutta la partita e sono stato felice della vittoria". Lo ha detto Edinson Cavani ospite negli studi di Radio Marte.

Domenica per il Matador saranno 100 presenze con la maglia del Napoli: "Non lo sapevo, sono contento. Voglio raggiungere traguardi importanti con questa maglia. Sono felice, questo è un obiettivo per me. Dalla partita con l'Elfsborg non è cambiato niente, l'entusiasmo è incredibile. Io sono cresciuto molto a Napoli. I compagni e la società mi fanno sentire importante, questa è una bella responsabilità per il mio cuore". "La classifica dei bomber azzurri? Sinceramente mi piacerebbe scalare posizioni. Vorrei superare anche Maradona perché no? Voglio lasciare un bel segno", ha dichiarato ancora.

Cavani ha rinnovato il contratto: "Ho sempre detto che le cose si fanno in due. Sinceramente quando sono arrivato qui, c'era un accordo tra due presidenti e io ho rispettato tale intesa. Sui media, si parlava tanto del fatto che potessi andare via. Ho riflettuto tanto sul mio futuro ma ho soltanto aspettato che le cose andassero nel modo migliore e poi ho deciso di restare qui, è stata la scelta migliore. C'è qualcosa che mi lega a questa città. Ho un grande rapporto con De Laurentiis e so quanto valgo per lui. Voglio continuare a vincere, per me è fondamentale".

"Noi l'anti Juve? So che c'è una rivalità molto forte - replica il Matador - le partite si sentono davvero e sono le più belle da vincere. Non mi sono stancato di sentire questo fatto, sono convinto che queste gare si vivono in un'altra maniera. Pechino è stata una delusione immensa. Il 20 ottobre sarà una bella rivincita".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata